Cronaca
Due feriti

Esagitato entra nei bar e aggredisce i clienti a pugni

Una delle vittime è stata dimessa con 17 giorni di prognosi per delle lesioni al viso.

Esagitato entra nei bar e aggredisce i clienti a pugni
Cronaca Martesana, 03 Luglio 2022 ore 11:45

L'uomo che ha creato scompiglio a Vimodrone nei giorni scorsi ed è stato poi rintracciato dai Carabinieri.

Vimodrone, trasforma due bar in "ring": era ubriaco perso

Ha scambiato due bar nei quali è entrato per dei "ring", infastidendo e poi aggredendo altrettanti clienti che si trovavano all’interno degli esercizi. Uno di loro è anche finito in ospedale. È stato rintracciato dai Carabinieri ai confini con Cologno Monzese l’esagitato che nel pomeriggio di martedì 28 giugno 2022 ha creato non poco scompiglio a Vimodrone. I militari lo hanno beccato mentre si aggirava barcollando tra le auto: si tratta di un 35enne albanese, domiciliato a Vimodrone. Era palesemente ubriaco. A farlo andare "fuori di testa" deve avere concorso la grande quantità di alcolici che aveva ingurgitato, i cui effetti sono stati ampliati dal forte caldo.

Uno dei clienti aggrediti è stato trasportato in ospedale

Attorno alle 18 è entrato in un bar del centro, prendendosela con un cliente e picchiandolo a suon di pugni. Stesso trattamento che ha riservato a un secondo avventore che si trovava dentro un altro bar poco distante. Per lui è stato necessario l’intervento di un’ambulanza, che lo ha poi trasportato in codice verde al San Raffaele. È stato dimesso con 17 giorni di prognosi per delle lesioni al viso. Dopo la chiamata al 112, i militari della Compagnia di Sesto San Giovanni si sono messi alla ricerca del 35enne, trovandolo e identificandolo. Spetta agli aggrediti presentare querela di parte: non è infatti possibile procedere d’ufficio, perché la prognosi di guarigione è inferiore ai venti giorni.

Il servizio nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 2 luglio 2022.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter