per chi è in difficoltà

Emergenza Covid, a Pessano buoni spesa e pacco alimentare

Il Comune ha deciso di affiancare ai buoni pasto anche una fornitura di beni di prima necessità

Emergenza Covid, a Pessano buoni spesa e pacco alimentare
Martesana, 08 Aprile 2020 ore 09:43

Emergenza Covid, a Pessano buoni spesa e pacco alimentare. Il Comune ha comunicato come gestirà i 47.995,06 euro arrivati per il sostegno di cittadini in difficoltà.

Pessano, buoni spesa e pacco alimentare

“L’Amministrazione ha deciso, al fine di sostenere i cittadini che si trovano in stato di difficoltà a causa dell’Emergenza Covid-19, di fornire, oltre ai buoni spesa, un pacco alimentare già confezionato che sarà consegnato al domicilio” ha comunicato il sindaco Alberto Villa alla cittadinanza. I buoni spesa saranno tre, composti da un numero di voucher variabile in base al numero di persone che compongono il nucleo famigliare (4 voucher per una persona, 7 per due, 9 per tre e fino a un massimo di 13 per nuclei famigliari con sei componenti). Il singolo voucher avrà valore di 10,00 euro e dovrà essere speso entro il 2 maggio 2020. Il pacco conterrà invece generi di prima necessità commisurati al numero di persone a cui sarà destinato.

Chi può fare richiesta:

Non ci sono indicazioni specifiche, ma soltanto un quadro di massima di chi potrà fare richiesta del sussidio. Spetterà poi ai Servizi sociali effettuare le opportune verifiche. “Nell’erogazione dei buoni spesa e del pacco alimentare sarà data priorità a chi ha avuto una interruzione o una significativa riduzione del guadagno a causa dell’emergenza Covid – ha specificato il sindaco – In seconda battuta si procederà a riconoscerli anche a chi è percettore di ammortizzatori sociali come il Reddito di cittadinanza o la Naspi”.

La procedura da seguire:

Sul sito Internet del Comune è disponibile da oggi, mercoledì 8 marzo 2020, il modulo da compilare (Clicca qui per scaricarlo). Andrà poi consegnato a via Roma, insieme alla copia di un documento, in uno dei seguenti modi:

Le richieste saranno valutate ed evase a scorrimento, secondo l’ordine di arrivo, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Il personale comunale potrà contattare i richiedenti al fine di procedere alla valutazione della richiesta.

Torna alla home per le altre notizie di oggi

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia