Cronaca
Decisione

Emergenza Coronavirus, Teem gratuita per il personale sanitario

Niente pedaggio per medici e infermieri che percorrono la Tangenziale Esterna di Milano

Emergenza Coronavirus, Teem gratuita per il personale sanitario
Cronaca 04 Aprile 2020 ore 15:32

Emergenza Coronavirus, Teem gratuita per il personale sanitario. Niente pedaggio per medici e infermieri che percorrono la Tangenziale Esterna di Milano.

Teem gratuita per medici e infermieri

Il personale sanitario che percorre l'A58-Teem è esentato dal pagamento del pedaggio da oggi, sabato 4 aprile 2020, sino al 13 aprile, termine di scadenza della recente proroga disposta dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte delle misure di contenimento del contagio da Coronavirus. Lo ha comunicato la stessa società Tangenziale Esterna Spa, che di concerto con Concessioni Autostradali Lombarde ha predisposto la gratuità degli spostamenti lungo la Melegnano-Agrate effettuati per motivi di servizio (compresa la tratta casa-luogo di lavoro) per tutti gli operatori impegnati nell’emergenza Coronavirus. Grazie all’azzeramento dei pedaggi, la Concessionaria offre un sostegno concreto a medici e infermieri che combattono in prima linea la battaglia contro l’epidemia da Covid-19: negli ospedali, come negli studi, nelle case di riposo e sulle ambulanze (esenzione allargata a ogni tipo di transito).

"Su sollecitazione di determinate realtà del terzo settore, l’agevolazione appena varata viene riconosciuta inoltre alle associazioni di volontariato attive in ambito sanitario che stanno partecipando, con l’impiego di mezzi propri, alla gestione dell’allerta scattata a metà febbraio nel nostro Paese", hanno spiegato da Teem.

Come ottenere l'esenzione

I soggetti interessati a ottenere l’esenzione devono compilare il modello di autocertificazione pubblicato sul sito Internet di Teem e trasmetterlo, nelle modalità indicate, alla società. Al modulo che dà diritto alla gratuità dei pedaggi su A58-Teem (33 chilometri interconnessi con A1 Milano-Napoli, A35 BreBeMi e A4 Torino-Trieste) gli utenti devono allegare un documento d’identità in corso di validità e il numero di targa del veicolo usato. L’invio della documentazione all’indirizzo di posta elettronica segnalato dovrà avvenire anticipatamente al transito oppure, al massimo, entro cinque giorni dal primo transito, tenendo presente che la facilitazione è, ufficialmente, in vigore da venerdì 3 aprile.

Cosa fare ai caselli

Per quanto riguarda il comportamento ai caselli, i clienti dotati di TelePass non devono fare altro che imboccare le piste dedicate e superare le barriere. L’esenzione dal pedaggio sarà riscontrabile nelle fatture contrattuali. Gli utenti sprovvisti di apparecchiatura elettronica per i pagamenti devono procedere sulle piste automatiche, introdurre il biglietto nel lettore, chiedere l’intervento premendo l’apposito pulsante e dichiararsi operatore sanitario all’addetto incaricato del monitoraggio.

 

Seguici sui nostri canali