Interventi

Emergenza Coronavirus, la Polizia Locale a Trezzo sull’alzaia multa un pescatore e un uomo che prendeva il sole

Hanno ignorato le prescrizioni di legge per il contenimento dell'epidemia di Coronavirus.

Emergenza Coronavirus, la Polizia Locale a Trezzo sull’alzaia multa un pescatore e un uomo che prendeva il sole
Trezzese, 17 Aprile 2020 ore 17:12

Emergenza Coronavirus, la Polizia Locale a Trezzo sull’Adda ha multato sull’alzaia due uomini che hanno ignorato le restrizioni governative atte a contenere il contagio.

Emergenza Coronavirus, La Polizia Locale di Trezzo multa due uomini

Un uomo che prendeva il sole lungo la strada che costeggia il fiume e un altro che seduto sulla sua barca stava pescando. Entrambi sono stati fermati e poi multati dalla Polizia Locale, a seguito dei controlli lungo il fiume che gli agenti di Trezzo sull’Adda stanno svolgendo per contenere l’epidemia di Covid 19. In particolare durante il Weekend di Pasqua sono stati impiegati 40 uomini e donne tra Polizia Locale, Carabinieri, volontari della Protezione Civile, della Associazione nazionale carabinieri e della Cooperativa Adda. Il piano di presidio dell’Alzaia con 9 varchi transennati e vigilati unito al pattugliamento in auto moto e a piedi da parte di 3 pattuglie ogni weekend e’ attivo dall’1 marzo 2020. E a stando l’esiguo numero di fermati sembra che l’azione di contenimento sia stata efficace.

Il commento del primo cittadino

“I presidi hanno funzionato e sono state pochissime le persone trovate fuori casa irregolarmente, che pure sono state sanzionate – ha spiegato il sindaco Silvana Centurelli – Purtroppo i comportamenti di pochi oltre a violare i decreti ministeriali e le ordinanze regionali sugli spostamenti, istigano i tanti Cittadini responsabili che fanno lo sforzo di restare a casa, ad uscire”.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia