Dopo le polemiche Cologno omaggia Norma Cossetto

Alla giovane istriana infoibata nel '43 è stato dedicato il parco giochi di viale Marche dove è stato anche inaugurato il gioco per bambini restaurato come opera d'arte ispirata a Leonardo da Vinci.

Dopo le polemiche Cologno omaggia Norma Cossetto
Martesana, 26 Ottobre 2019 ore 17:57

Omaggio della città di Cologno a Norma Cossetto, la giovane istriana stuprata, uccisa e seviziata anche dopo la morte prima di essere gettata in una foiba nel 1943, in quanto figlia di un membro del partito fascista.

Omaggio a Norma Cossetto

Oggi, sabato 26 ottobre 2019, è stato intitolato il parco di viale Marche a una figura emblematica di un periodo storico. Oltre alle autorità cittadine, erano presenti alla cerimonia l'esule istriano, residente a Segrate Piero Tarticchio e alcuni esponenti di Fratelli d'Italia (il partito che ha proposto l'iniziativa) come l'europarlamentare Carlo Fidanza, l'onorevole Marco Osnato, il consigliere regionale Franco Lucente, l'ex consigliere regionale Antonio Saggese, la vicesindaca di Cologno Gianfranca Tesauro, e l'assessora all'Ambiente Chiara Cariglia.

"Accertata la veridicità dei fatti"

"L’ho già detto e ci tengo a ribadirlo oggi - ha affermato il sindaco Angelo Rocchi -  Ogni discussione sulla veridicità di fatti che ormai la storia ha accertato, fuori da ogni dubbio, mi sembra uno sfregio alle vittime, alle loro famiglie ed ai testimoni. E finalmente, dopo un periodo di assordante silenzio, le casseforti ideologiche sono state divelte a favore della conoscenza, dello studio e quindi del sacrosanto obiettivo di ricordare. Rammento, in questa occasione, che richiamare gli errori e gli orrori del passato è l’unico mezzo che consente di evitare di ripeterli nel futuro".

La polemica

Nei giorni scorsi Rete antifascista Cologno aveva pubblicato un comunicato di forte critica all'iniziativa dell'Amministrazione, letta come un'obbedienza ai diktat di Casa Pound.  Gioventù nazionale (l'ala giovanile di Fratelli d'Italia) aveva risposto con un controcomunicato: "Gn condanna l'articolo di Reteantifasciata Cologno, vergonoso e vigliacco nei confronti di una ragazza violentata e barbaramente uccisa - si legge - Non è la prima volta che questa associazione cerca di trovare futili ed agghiaccianti giustificazioni su un avvenimento grave come quello delle foibe.  Accusare  un'amministrazione di sostenere istanze fasciste per paura della verità, è al quanto vergognoso e deplorevole".

Casa Pound

"Dopo il monumento che ha visto la luce grazie al lavoro sinergico della giunta e della mozione da me presentata e votata da tutta la maggioranza, monumento fortemente voluto in ricordo dei martiri delle foibe e degli esuli d'Istria, Fiume e Dalmazia, finalmente anche a Cologno Monzese con l'intitolazione del parco di viale Marche si potrà ricordare Norma Cossetto - ha dichiarato l'esponente di Casa Pound, Lorenzo Corradini, consigliere comunale afferente al gruppo misto che sostiene il sindaco - Norma Cosseto, giovane studentessa universitaria istriana, barbaramente torturata, violentata e infoibata dai partigiani titini, nella notte tra il 4 e il 5 ottobre 1943. Ricordare Norma Cossetto significa commemorare una ragazza, medaglia d’oro al merito civile, che ha pagato con la vita il suo voler essere italiana".

5 foto Sfoglia la gallery

Leonardo da Vinci

Con l'occasione è stata anche inaugurata la riqualificazione del parco giochi. In particolare il tunnel, che era stato deturpato da scritte di writer, è stato rimesso a nuovo e ridipinto con disegni ispirati a Leonardo, omaggio al cinquecentenario della sua morte e un richiamo alla mostra a lui dedicata che aprirà in città il 9 novembre. L'opera è stata realizzata dal duo artistico Bonora Brothers.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.