Cronaca

Disabile costretto a vivere in una casa invasa dalla muffa

Un giovane disabile è costretto a vivere in un appartamento pieno di muffa. La parete con i funghi dista solo un metro dal letto in cui dorme.

Disabile costretto a vivere in una casa invasa dalla muffa
Cronaca Cassanese, 21 Ottobre 2017 ore 07:00

Le richieste della famiglie sono rimaste inascoltate e il giovane dorme a un metro dai funghi che hanno attaccato la parete.

Disabile abbandonato dal Comune

Il suo letto si trova a poco più di un metro da una parete invasa dalla muffa. E Ronaldo Leka, 19 anni, rimasto paralizzato quando aveva quattro mesi, non ha alternative. Nella casa comunale in cui vive, infatti, non è possibile mettere il montascale e il giovane è costretto a dormire in soggiorno. Ma dal Municipio nessuno interviene.

Niente montascale

La famiglia Leka, originaria dell’Albania, vive a Cassano dal 2002. Il Comune l’aveva sistemata in un appartamento in via Mazzini che, però, era inadatto alle esigenze del nucleo. "Si trovava al terzo piano e l’ascensore spesso non funzionava", hanno spiegato Vittoria, la mamma di Ronaldo, e Daniel, il fratello di 21 anni. Dal gennaio 2016 la famiglia vive in via Verdi, ma le cose non sono migliorate. Le camere da letto si trovano al primo piano ma si è scoperto che non è possibile installare il montascale, così Ronaldo deve dormire in soggiorno.

Muffa sulle pareti e ambiente insalubre

A causa della rottura di un tubo nell’appartamento a fianco la parete si è riempita di muffa. L’ambiente non è salutare. "Abbiamo chiesto al Comune di intervenire ma senza ottenere nulla", hanno detto i familiari. Sono mesi ormai che la famiglia è costretta a convivere in un ambiente ristretto attaccato da funghi. Ma pare che non ci siano altre case comunali a disposizione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter