Menu
Cerca
Discarica a cielo aperto

Degrado alle porte del Centro storico di Melzo: monta la rabbia dei commercianti

I commercianti di piazza Risorgimento hanno lamentato la situazione di sporcizia e mancanza di cura da parte del Comune.

Degrado alle porte del Centro storico di Melzo: monta la rabbia dei commercianti
Cronaca Melzese, 14 Dicembre 2020 ore 11:38

Immondizia per terra, sporcizia, escrementi non raccolti, ecco la peggior vetrina che ci possa essere per il centro storico di Melzo. Monta la rabia dei commercianti per lo stato di degrado dell’area di piazza Risorgimento.

Degrado alle porte del centro

Una situazione che va avanti ormai da anni, figlia anche delle problematiche gestionali di una porzione della città che ha attraversato vicissitudini pubblico-private complesse.  A partire dalla questione pulizie. In passato, infatti, la competenza sull’area del parcheggio di piazza Risorgimento era in capo al privato che gestiva il parcheggio sotterraneo. Dopo il fallimento dell’iniziativa, però, la questione è passata in mano al Comune che, però, non garantisce un servizio adeguato. A testimoniarlo le lamentele dei commercianti della zona e le foto che immortalano il degrado.

Un brutto biglietto da visita

La situazione peggiore interessa il portico che dalla piazza collega a via Matteotti e, soprattutto, la Galleria Volta già più volte finita nell’occhio del ciclone per la mancanza di manutenzione per le problematiche a ciò connesse. Una porzione di strada pedonale che sembra essere dimentica, con sacchetti dell’immondizia, bottiglie di vetro e scatole della pizza che giacciono in terra senza che nessuno le raccolga.

Sicuramente ci sono tante persone maleducate e incivili che abbandonano rifiuti in mezzo alla strada o che bevono e mangiano sotto la galleria e poi lasciano in terra i rifiuti. Per non parlare di padroni di cani che non raccolgono gli escrementi. Questa zona è completamente abbandonata, quando invece è la porta d’ingresso verso il centro e quindi dovrebbe essere curata in maniera particolare per fungere da biglietto da visita del cuore di Melzo.

hanno raccontato alcuni esercenti.

Manca la pulizia

Gli esercenti hanno più volte segnalato la situazione anche alla Polizia Locale, senza però ottenere risultati adeguati.

In passato il problema era legato alla proprietà del parcheggio sotterraneo, ora che è passato in mano del Comune ci saremmo aspettati una gestione più attenta del servizio di pulizia, ma così non è stato.

ha spiegato Emilio Marussich titolare di un’agenzia immobiliare proprio all’angolo tra la piazza e via Volta.

Ogni mattina noi commercianti siamo costretti a raccogliere i rifiuti che altri producono per poter garantire un minimo di decoro nell’interesse dei clienti che frequentano i nostri negozi. La cosa che più fa arrabbiare, però, è che la pulizia non viene fatta, ma le sanzioni arrivano sempre puntuali.

L’annoso problema dei parcheggi

La situazione di degrado fa il paio con il problema legato ai parcheggi selvaggi. La zona del centro melzese soffre la cornica carenza di posti auto per chi vuole accedervi provenendo da fuori Melzo o dalle aree più periferiche. Per questo motivo si era pensato di realizzare un parcheggio sotterrano in piazza Risorgimento, ma il progetto è letteralmente affondato. Problemi di allagamenti e questioni economiche hanno portato al fallimento della società che ne aveva la gestione, quindi il Comune ha deciso di farsene carico per procedere al ripristino dopo anni di chiusura.

4 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli