Da Trezzo evade per amore

Da Trezzo evade per amore
20 Marzo 2017 ore 18:48

Voleva rivedere la sua fidanzata, che aveva appena scontato la pena lasciando la sezione femminile del carcere soltanto pochi giorni fa. E per questo motivo che un detenuto, G.D., 51 anni, rinchiuso nella casa circondariale di Gleno (Bg) e venuto l’altro giorno a Trezzo per un permesso premio, è sfuggito al controllo della polizia penitenziaria.

L’uomo, a Trezzo per un colloquio medico, una volta terminato l’incontro, invece di salire sull’auto del volontario che l’aveva accompagnato, si è diretto alla volta di Lallio (Bg), Comune di residenza della fidanzata (una donna di origine ucraina, sulla quale pende un decreto di espulsione).

Ma la sua fuga d’amore è durata non più di 24 ore, perché gli inquirenti si sono subito messi sulle sue tracce e hanno pensato che la destinazione del fuggitivo fosse proprio il paese di residenza della sua fidanzata.

E così è stato individuato alla guida di un’auto. Lui ha cercato di fuggire ed è stato inseguito fino a Bonate Sopra, ma qui la sua fuga ha avuto termine perché è finito inbottigliato nel traffico.

Ora dovrà spiegare al giudice i motivi della sua fuga d’amore; un gesto che potrebbe costargli molto caro.

 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia