dal 28 al 30 dicembre

Da lunedì torna la zona arancione COSA SI PUO' FARE

Deroga prevista per chi abita in Comuni sotto i cinquemila abitanti.

Da lunedì torna la zona arancione COSA SI PUO' FARE
Cronaca 27 Dicembre 2020 ore 11:59

Passate le festività natalizie in zona rossa, in Lombardia da lunedì 28 dicembre 2020  a mercoledì 30 dicembre 2020 torna la zona arancione.

Lombardia in zona arancione

Una situazione con meno restrizioni, dunque, rispetto ai giorni festivi e prefestivi, come stabilito nel decreto legge che ci accompagnerà sino all'Epifania. Nei giorni di zona arancione è prevista una deroga sugli spostamenti per chi è residente in Comuni sotto i cinquemila abitanti. Costoro potranno spostarsi anche al di fuori dei confini municipali in un raggio massimo di 30 chilometri, ma senza accedere al capoluogo di provincia.

Dal 31 dicembre al 3 gennaio, poi tornerà la zona rossa. Il 4 gennaio sarà di nuovo arancione e il 5 e 6 rosso. Da giovedì 7 gennaio 2021, invece, la Lombardia tornerà zona gialla.

Zona arancione: domande e risposte

Di seguito un "ripasso" delle regole

Gli spostamenti

Dalle 5 alle 22 non è necessario motivare gli spostamenti all’interno del proprio comune. Per spostamenti verso altri Comuni, nonché dalle 22 alle 5 anche all’interno del proprio comune, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti. Quindi si potrà uscire per fare una passeggiata, portare a spasso il proprio animale e fare attività motoria. Resta il blocco agli spostamenti tra regioni.

Amici e parenti

Nei giorni 28, 29 e 30 dicembre, sarà possibile spostarsi liberamente, fra le 5.00 e le 22.00, all’interno del proprio Comune: conseguentemente sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali. Negli stessi giorni sarà possibile anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

Per i comuni fino a 5.000 abitanti

Sarà possibile, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: conseguentemente, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro tali orari e ambiti territoriali.

Bar e ristoranti

In quest’area, i ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario, ma che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

 TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE