Cronaca
La decisione

Covid free: l'ospedale di Melzo sarà presidio senza contagio

La struttura di Melzo si era già dimostrata in grado di isolare i reparti evitando di "contaminare" tutto il presidio.

Covid free: l'ospedale di Melzo sarà presidio senza contagio
Cronaca Melzese, 02 Maggio 2020 ore 14:29

L'ospedale di Melzo sarà Covid Free. Questa la decisione della Direzione generale dell'Asst che ha individuato nel Santa Maria delle Stelle il presidio ideale per riprendere le normali attività.

L'ospedale di Melzo Covid free

Una scelta non casuale, ma logica conseguenza dell'attività svolta dalla Direzione di presidio e dagli operatori sanitari di Melzo anche in piena crisi. Nonostante per le corsie del Santa Maria delle Stelle siano transitati oltre 220 pazienti positivi, infatti, la struttura era già stata divisa tra reparti "puliti" e quelli di degenza per i Covid positivi. Tanto che persino a marzo e aprile era stato possibile effettuare operazioni chirurgiche urgenti, con equipe che si recavano a Melzo anche da strutture di altre aziende sanitarie. Da qui la decisione di preservare il nosocomio melzese, con il trasferimento dei pazienti positivi in altre strutture (in prevalenza Vizzolo, quindi Cernusco).

Visite ambulatoriali, si riparte?

Melzo, dunque, si prepara a riprendere un'attività quasi "normale", nonostante siano stati comunque previsti una serie di posti letto da utilizzare nel caso in cui, dopo il 4 maggio,  torni a salire la curva del contagio. Durante il periodo di massima emergenza sono state garantite le visite urgenti non differibili (per intenderci quelle con il bollino verde), ma la Direzione generale sta già lavorando alla riorganizzazione dell'agenda per poter riprendere con le visite a partire da lunedì 11 maggio.

La notizia completa con tutti gli approfondimenti sulla situazione Coronavirus in Martesana la trovate sul giornale in edicola e nella versione online per Pc, smartphone e tablet. 

TORNA ALLA HOME PER IL RESTO DELLE NOTIZIE. 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter