Corrado Fumagalli condannato a due anni per prostituzione minorile

Corrado Fumagalli condannato a due anni per prostituzione minorile
30 Novembre 2016 ore 17:49

Il noto presentatore televisivo Corrado Fumagalli, originario di Cassano d’Adda, è stato condannato a due anni (pena sospesa) per prostituzione minorile.

Il pubblico ministero di Brescia Ambrogio Cassiani aveva chiesto per lui e per altri tre uomini da un minimo di due anni e otto mesi a un massimo di tre e sei mesi.

Gli imputati (il presentatore televisivo e patron del «Sexy bar» Corrado Fumagalli, l’ex parroco di Solza don Diego Rota, Sergio Madureri, imprenditore di Parma, e Francesco Bellone di Muggiò) sono stati ritenuti responsabili di prostituzione minorile nei confronti di ragazzi, tra i 15 e i 17 anni, che, in cambio di soldi, ricariche telefoniche e regali, offrivano prestazioni sessuali.

L’inchiesta ha preso il via nell’agosto del 2015, mentre gli arresti sono avvenuti a febbraio. Ragazzi e clienti si mettevano in contatto, sfruttando un social network e le chat.

La difesa del 49enne Fumagalli, residente a Pognano ma originario di Cassano dove è molto conosciuto e ha amici e parenti, ha sempre sostenuto che il conduttore televisivo fosse all’oscuro dell’età dei ragazzi, che si erano dichiarati maggiorenni, e che non gli erano mai stati chiesti soldi o regali. Era lui a fare questi ultimi, ma di sua volontà.

Grazie alla sospensiva non finirà in carcere.

Tutti i dettagli nella prossima edizione del giornale in edicola e sul nostro portale web, nella versione sfogliabile online per smarphone, tablet e pc


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia