Cronaca
aggiornamento

Coronavirus Lombardia: 1.500 dimessi e 20 morti, ma sale ancora il numero dei positivi I NUMERI

Fontana: "Convinto che dal 3 giugno potremo uscire dalla regione".

Coronavirus Lombardia: 1.500 dimessi e 20 morti, ma sale ancora il numero dei positivi I NUMERI
Cronaca 28 Maggio 2020 ore 17:57

Quasi 1.500 dimessi dagli ospedali e 20 decessi, ma il numero dei contagi  rispetto ai tamponi si alza ancora (2,5%, ieri, mercoledì, era l'1,7%) . Sono 382 in più, anche se i tamponi processati sono 15mila.

Coronavirus Lombardia, la situazione al 28 maggio

Di seguito i dati del contagio da Coronavirus di oggi, giovedì 28 maggio 2020.

- i tamponi effettuati: 15.507
totale complessivo: 713.068

- attualmente positivi: 22.913

- totale complessivo dei positivi riscontrati in Lombardia dall'inizio della pandemia a oggi: 88.183

- i nuovi casi positivi: 382 (2.5% rapporto con i tamponi giornalieri)

- i guariti/dimessi: 1.486
totale complessivo: 49.296

- in terapia intensiva: -2
totale complessivo:173

- i ricoverati non in terapia intensiva: -156
totale complessivo: 3.470

- i decessi: +20
totale complessivo: 15.974

I casi per provincia

I casi per provincia con la differenza rispetto a ieri

MI: 22.908 (+76) di cui 9.718 (+39) a Milano citta'

BG: 13.244 (+69)

BS: 14.612 (+90)

CO: 3.823(+31)

CR: 6.429 (+13)

LC: 2.729(+5)

LO: 3.447(+13)

MN: 3.330(+2)

MB: 5.480 (+14)

PV: 5.261 (+9)

SO: 1.454 (+23)

VA: 3.549 (+12)

e 1.917 in corso di verifica.

La speranza di Fontana

"Abbiamo esaminato i dati della Regione Lombardia che abbiamo inviato all'Istituto Superiore di Sanita' e abbiamo potuto evidenziare come gli stessi siano tutti estremamente positivi. Sono tutti in miglioramento rispetto alle precedenti stime - ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana - Questo vuole dire che la situazione sta sostanzialmente migliorando. Ritengo quindi che, in previsione
del provvedimento governativo nel quale si stabilira' la riapertura della circolazione tra le diverse regioni, la Lombardia rientrera' sicuramente nel novero delle regioni che avranno liberta' di movimento. Sono quindi molto confidente sul provvedimento che verra' emanato dal Governo e  sono convinto che dal 3 giugno i lombardi saranno liberi di circolare in tutta Italia".

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Seguici sui nostri canali