i dati

Coronavirus, la situazione in Martesana I NUMERI

Contagi e decessi in crescita, ma ci sono anche Comuni dove la curva è stabile.

Coronavirus, la situazione in Martesana I NUMERI
Martesana, 25 Marzo 2020 ore 21:02

Coronavirus, anche in Martesana continua l’emergenza, con numeri in crescita. Ma ci sono anche Comuni in cui i dati sono stabili.

Coronavirus, la situazione in Martesana

A Segrate i casi salgono a 94, con 11 decessi (tre più di ieri). Diciannove le dimissioni. Cologno ha sempre in numeri più alti, con 176 contagi (16 più di ieri), 26 decessi, ma anche 24 dimissioni. Numeri in crescita pure a Melzo, dove i contagi salgono a 29 (8 i ricoverati), con 6 decessi e 32 persone in quarantena domiciliare per contatti con positivi. Alti anche in numeri di Brugherio: 76 contagi con 105 persone in sorveglianza attiva. 48 i contagiati a Peschiera, che solo oggi conta tre vittime

A Cernusco numeri in crescita, ma meno rispetto ai giorni scorsi 53 contagi, 10 decessi e 15 persone dimesse

Dati pesanti anche a Gorgonzola: 15 ricoverati, 17 persone in quarantena domiciliare, 43 a casa a seguito di contatti con positivi al Covid-19. Sale a cinque, invece, il numero dei decessi.

A Cassina casi stabili con i venti di ieri, martedì. Numeri uguali anche per Pozzo (7 con due decessi), Settala (7), Truccazzano (12), Pessano (18, con tre decessi), Trezzano Rosa (8 con una vittima) e Bussero (13 con un decesso). Sale di uno Rodano (che va a 7), mentre Pozzuolo mantiene gli stessi contagi di ieri (7), ma piange un’altra vittima (il conto sale a 4).  Un contagiato in più (26) e un decesso (6) a Pantigliate, dove i guariti sono 4.

A Cambiago stabile il numero dei contagi (13), mentre sale quello delle persone in quarantena (18, contro i 15 di ieri, tra cui il sindaco Laura Tresoldi).  A Grezzago i casi salgono a 4, mentre a Cassano sono 37, con un decesso.

Alti i numeri di Trezzo, che conta 68 contagi e quattro decessi.

Si tratta, come sempre, di numeri basati sulle indicazioni di Ats, ma sicuramente i contagiati sono di più, dato che l’Agenzia per la tutela della salute non tiene conto dei malati non “certificati”, e cioè di tutti coloro che sono a casa con sintomi da Covid-19 ma che non hanno fatto i tamponi. Proprio in questa direzione si muove la richiesta presentata oggi, mercoledì, da 81 sindaci alla Regione di estendere i tamponi a tutti.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia