Corona aggredito, “ero lì per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia”

"Ero lì per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia".

Corona aggredito, “ero lì per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia”
Martesana, 11 Dicembre 2018 ore 10:37

Corona aggredito nel bosco della droga di Rogoredo. “Ero lì per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia”.

Corona aggredito: ecco perché era lì

Fabrizio Corona è stato vittima di un aggressione questa notte nel bosco della droga di Rogoredo, nel Milanese. L’ex paparazzo ha raccontato perché si trovava in quel luogo, covo degli spacciatori, tramite un post sui social. “Io mi sono recato lì solo con un operatore e un fonico per raccontare il parallelismo della mia tossicodipendenza e quella che colpisce l’Italia”. Di seguito il suo post Instagram, corredato da una foto in cui viene soccorso dal 118.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: