Emergenza Coronavirus

Collaboratrice scolastica positiva, a Cernusco sul Naviglio chiude tutta la materna

Il Comitato genitori protesta e contesta la gestione del personale: "Noi famiglie rispettiamo tutte le richieste per limitare i contatti. Non c'erano altri modi per l'istituto per contenere il disagio?"

Collaboratrice scolastica positiva, a Cernusco sul Naviglio chiude tutta la materna
Martesana, 02 Novembre 2020 ore 14:52

Ha chiuso l’intera scuola dell’infanzia di via don Milani a Cernusco sul Naviglio. Questo perché una collaboratrice scolastica, che interagiva con tutte le sezioni del plesso, è risultata positiva.

Scuola chiusa e didattica a distanza

“In data 30 ottobre è stato segnalato a questa istituzione scolastica il caso di una collaboratrice positiva al Covid 19 – si legge nell’informativa inviata alle famiglie interessate – E’ stato immediatamente posto il quesito ad Ats e al medico competente in merito alle disposizioni dal mettere in atto, in considerazione che la signora, pur utilizzando i dispositivi di protezione individuale indicati da protocollo esplica le sue mansioni su tutte le sezioni del plesso e i bambini, in quanto contatto stretto non utilizzando la mascherina, così come da normativa vigente, risultano potenzialmente a rischio”. La risposta è stata di porre in isolamento fiduciario tutti i piccoli alunni e di proseguire con la didattica a distanza, fino a ulteriore indicazione dell’Ats.

Genitori infuriati

Cosa comporta questo per le famiglie? – hanno protestati i membri del Comitato genitori – Oltre a dover organizzarsi per poter tenere i figli a casa (quindi assenza dal lavoro e via dicendo), si aggiunge un problema logistico di gestione familiare, perché i bambini che sono a casa in isolamento non possono (giustamente) uscire. Ci chiediamo, era questo necessario? Non vi erano altri modi? E’ possibile che allo stato dell’arte in cui i accessi sono controllati, le famiglie stanno facendo tutto il possibile per rispettare le richieste, ogni classe deve stare per conto proprio, le docenti non possono coprire le assenze, ai genitori è impedito l’accesso nella scuola, non sia stato possibile organizzare il lavoro del personale Ata a classi così da minimizzare il possibile disagio? Come è possibile che tutti i bambini (anche quelli assenti?) siano stati messi in isolamento fiduciario?”

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia