Cronaca

Classi tagliate, quattro studenti esclusi dalle elementari

Dovranno spostarsi in un altro paese a causa della riduzione delle sezioni di prima elementare

Classi tagliate, quattro studenti esclusi dalle elementari
Cronaca 27 Maggio 2019 ore 10:34

Classi tagliate, quattro studenti esclusi da scuola. Succede alle elementari di Rodano dove il Provveditorato ha ridotto a una sola sezione le prime.

Classi tagliate, studenti esclusi

Sono state 31 le iscrizioni fatte per il primo anno di elementari alla Primaria di Rodano. Il provveditorato nelle scorse settimane ha però comunicato che delle due sezioni esistenti ne resterà soltanto una, per un totale di 27 alunni. Per questo motivo quattro degli iscritti sono stati arbitrariamente dirottati a Settala, scatenando le proteste dei genitori.

"Una scelta miope"

A salire sulle barricate il Consiglio d'Istituto, per bocca del presidente Andrea Manara, ma anche il sindaco Danilo Bruschi. Entrambi hanno indirizzato una lettera a Delia Campanelli, direttore generale dell'Ufficio scolastico provinciale, chiedendo di interrompere la procedura e tornare alle due classi. "La scuola ha un ruolo fondamentale nella crescita dei ragazzi - ha spiegato Manara - Questo va difeso con scelte lungimiranti e questa non è di certo una di quelle".

La lettera di una mamma

Fra chi protesta c'è anche Ambra Palermi, rodanese e mamma di due bambini iscritti alla Primaria. "Vorrei non solo manifestare il mio più profondo sconcerto, ma anche mettere in evidenza le difficoltà che lo scenario autorizzato reca alle famiglie dei futuri alunni - ha scritto in una lettera condivisa con il Comitato genitori - E'un disagio grave sia organizzativo che economico per le famiglie che si ritrovano a doversi dividere tra più figli o semplicemente per chi si affida ai nonni che possano ritirarli da scuola, laddove questi siano presenti ed autosufficienti. Come possiamo accompagnarli alla stessa ora in due comuni diversi non serviti dai mezzi?Una simile separazione sarebbe difficile da gestire anche su piani non meno gravi di quello prettamente organizzativo-logistico. Avere due figli in due scuole diverse comporterebbe una ingrata frammentazione delle relazioni sociali, oltre che familiari. Rodano è una piccola ed affiatata comunità, i bambini che hanno frequentato la materna si conoscono tutti, così come le loro famiglie. Non riesco a comprendere come i conti economici in ambito scolastico possano non tenere conto degli effetti negativi che le scelte così ciecamente prese producono sulle famiglie che ci sono dietro".

Nella Gazzetta della Martesana

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 25 maggio 2019.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter