Cronaca

Cinquantenne di Vaprio fermato per furto

Cinquantenne di Vaprio fermato per furto
Cronaca Martesana, 01 Settembre 2017 ore 10:27

Un cinquantenne vapriese e la sua compagna deferiti per furto aggravato nel supermercato.

Il fatto è avvenuto domenica pomeriggio in un supermercato di Offanengo, piccolo Comune del cremasco e a intervenire sono stati i carabinieri della vicina stazione di Romanengo  

Giunti sul posto i militari avevano notato che era stata forzata una porta antipanico su richiesta di uno dei responsabili.

I militari hanno riscontrato che ignoti avevano asportato alcuni dispositivi elettronici custoditi all’interno di una vetrinetta nonché 200 euro in un registratore di cassa, ma le ricerche dei fuggiaschi, tuttavia, davano esito negativo.

Dopodiché gli uomini del maresciallo Guarino, neo comandante della stazione di Romanengo, svolgevano un attento sopralluogo visionando per ore i filmati delle telecamere di privati poste nelle adiacenze del supermercato, notando transitare più volte un'utilitaria proprio nell’orario in cui era stato commesso il furto.

Gli inquirenti sono riusciti anche a rilevare la targa da quelle del Comune posizionate lungo la statale. L’intestatario del veicolo era una ragazza di Vaprio d’Adda che venerdì mattina, su disposizione del P.M. della Procura della Repubblica di Cremona veniva sottoposta a perquisizione locale, successivamente estesa all’abitazione del padre che risultava il vero possessore del mezzo.

Sul veicolo veniva rinvenuta parte della refurtiva che è stata successivamente restituita agli aventi diritto. Le indagini permettevano di stabilire che il 50 enne volto noto alle Forze dell'ordine e residente anch’esso a Vaprio d’Adda, unitamente all’attuale compagna, nel pomeriggio di quella domenica aveva perpetrato il furto al supermercato per poi vendere parte della refurtiva ad alcuni ignoti stranieri.

I due sono quindi stati deferiti per furto aggravato in concorso ed altresì muniti di proposta di foglio di via obbligatorio dal Comune di Offanengo per tre anni.


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter