Cinisello contro ampliamento aeroporto Bresso

Campovolo vorrebbe aprire lo scalo a voli turistici e commerciali e aprire negozi all'interno del Parco Nord

Cinisello contro ampliamento aeroporto Bresso
Sesto, 06 Dicembre 2017 ore 09:04

L’argomento già discusso in consiglio comunale a Bresso, arriverà anche nel consiglio comunale cinisellese

Occhi puntati su Campovolo

L’aeroporto di Bresso è nato all’inizio del ‘900 per il collaudo degli aerei prodotti dalla Breda, con gli anni si è trasformato in una scuola piloti prima dell’esercito e poi per civili, e ha ben convissuto con il nascente parco Nord.  L’aeroporto ha sottoscritto insieme ai Comuni confinanti con il parco un protocollo d’intesa, ma sembra che da qualche anno l’Enac voglia trasformare il piccolo aeroporto in uno scalo vero e proprio per aerei da turismo essendo ben collegato con Milano. Per fare questo, si parla di ingrandimento dello scalo a discapito del parco, inquinamento acustico e ambientale a discapito della fauna e dei cittadini. Ma non solo, sembra che, oltre ad ampliare l’attività di volo, si voglia costruire anche retail e strutture commerciali.

Bresso ha detto no

Bresso, che è quella direttamente interessata perché l’aeroporto è nel suo territorio, ha detto no, sia in consiglio comunale sia ad un tavolo con i soggetto coinvolti: aeroporto, Enac, Provincia di Milano, Regione e Prefettura.  Nonostante questo, attualmente Campovolo ha aumentato le sue attività, e ha aperto agli aerei commerciali violando di fatto il protocollo d’intesa.

Cinisello verso il Tar

In consiglio comunale a Cinisello Articolo Uno ha presentato un ordine del giorno in cui invita il sindaco Siria Trezzi e la giunta a costituire un tavolo con i Comuni di Bresso e Milano, la città Metropolitana e il Parco Nord per discutere in Prefettura della violazione del protocollo d’intesa che Enac aveva sottoscritto sotto l’egida del ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Nello stesso ordine del giorno Articolo Uno chiede di ricorrere al Tar per far rispettare il protocollo. L’argomento è arrivata anche in regione Lombardia e alla Camera dei Deputato. Dal 2015 se ne discute, ma ad oggi non si è ancora riusciti a far valere il Protocollo firmato da Enac.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia