Menu
Cerca
Effetti della pandemia

Chef "vittima" del Covid costretto a chiudere

Il ristorante La Masseria di Inzago ha abbassato le serrande per sempre. Il gestore non riusciva più a pagare l'affitto.

Chef "vittima" del Covid costretto a chiudere
Cronaca Cassanese, 07 Marzo 2021 ore 09:19

Chef "vittima" del Covid. Saverio Germinario di Cassano d'Adda non aveva abbastanza risorse per andare avanti e la proprietà gli ha intimato di lasciare i locali. E così La Masseria di Inzago chiude.

Chef "vittima" del Covid   costretto ad abbassare le serrande per sempre

La pandemia, che ormai dura da un anno, sta mettendo in seria difficoltà molte attività, in primis i ristoratori. Una delle vittime è Saverio Germinario, gestore de La Masseria in piazza Maggiore a Inzago da cinque anni, che non è più riuscito a pagare l'affitto dei locali. E a gennaio è arrivato l'ultimatum: o pagava i debiti o sarebbe dovuto andare via. Così da questa settimana il ristorante pizzeria ha chiuso definitivamente i battenti. Della sua storia restano sono le insegne, recapitate in discarica.

"Era il nostro sogno, siamo sul lastrico"

Per Germinario, residente a Cassano d'Adda, è stato un duro colpo. Gestiva l'attività insieme alla moglie e ai figli e ora un'intera famiglia è rimasta senza introiti.

"Abbiamo fatto il possibile e ho chiesto più tempo per poter saldare il dovuto, ma i proprietari si sono dimostrati sordi a ogni richiesta - ha detto lo chef - Era il nostro sogno e ora non sappiamo cosa faremo. In quel posto abbiamo lasciato il cuore, adesso siamo sul lastrico". I proprietari dei locali, però, negano di averlo sfrattato.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 6 marzo 2021.