Manifestazione di protesta

C’è posta per il San Raffaele. Ma la porta resta chiusa FOTO

I lavoratori hanno provato a consegnare una raccolta firme all'Amministratore delegato, ma non hanno neanche potuto accedere agli uffici.

C’è posta per il San Raffaele. Ma la porta resta chiusa FOTO
Martesana, 22 Maggio 2020 ore 14:25

C’è posta per il San Raffaele. A tentare di recapitare la missiva è stata una lavoratrice in Fis (Fondo integrazione salariale), ma alla fine ha dovuto lasciarla sotto la porta.

C’è posta per il San Raffaele, ma nessuno apre

Singolare manifestazione di protesta quella attuata oggi, venerdì 22 maggio 2020, dai lavoratori del San Raffaele di Segrate. Una dipendente in Fis (Fondo integrazione salariale), a nome dei colleghi, ha cercato di recapitare all’amministratore delegato un migliaio di firme per mantenere il contratto che ricalca quello della sanità pubblica e che da sempre si applica al San Raffaele nello stile del progamma “C’è posta per te”. La scorsa settimana c’era stato anche uno sciopero.

Nessuna risposta

L’amministratore era stato invitato a recuperare la missiva nell’area esterna della protesta ma, quando non è arrivato, una delegazione è salita al settimo piano del Cupolone per dargliela. “Abbiamo bussato e suonato il campanello, ma nessuno ci ha aperto così abbiamo infilato la lettera sotto la porta – hanno spiegato i lavoratori – Siamo amareggiati, non riceverci neanche mostra la totale chiusura nei nostri confronti e una grave mancanza di rispetto. Ci sentiamo sviliti, ma continueremo a combattere per far sospendere l’applicazione del contratto della sanità privata Aiop prevista a partire dall’1 giugno 2020”.

8 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia