Cronaca
Il caso

Cassano d'Adda, scintille tra cooperativa e istituzioni

L’ente che gestisce il centro estivo si è lamentato per le condizioni di disordine e sporcizia in cui ha trovato la sede, la Primaria Di Vona. Ma la scuola non ci sta e ha rigettato le accuse.

Cassano d'Adda, scintille tra cooperativa e istituzioni
Cronaca Cassanese, 12 Luglio 2020 ore 12:39

Scintille tra cooperativa Milagro, Comune e scuola. Il nocciolo della contesa riguarda i locali della Primaria Di Vona di Cassano d'Adda, sede del centro estivo.

Scintille tra cooperativa e istituzioni a Cassano

La Cooperativa Milagro di Melzo è ai ferri corti con l’Amministrazione comunale di Cassano d'Adda e la scuola. L’oggetto del contendere è la Primaria Quintino Di Vona i cui locali, a detta dell’ente, con sede a Melzo, che da tempo si occupa della gestione di servizi socio-educativi in appalto o in co-progettazione con le pubbliche amministrazioni, sono stati consegnati due giorni prima che iniziasse il centro estivo in condizioni di particolare disordine e sporcizia. Dall’altra, invece, la dirigenza ha ribattuto dichiarando che prima del lascito la cooperativa aveva partecipato al sopralluogo congiunto e firmato il relativo verbale che dichiarava che tutto era a posto.

L'articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta dell'Adda in edicola da sabato 11 luglio 2020 e nello sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter