Cronaca

Cassano d'Adda: i conti in tasca ai politici

Cassano d'Adda: i conti in tasca ai politici
Cronaca Martesana, 11 Febbraio 2017 ore 09:52
E’ Massimo Ughini il Paperone dei politici cassanesi. L’assessore a Ambiente ed ecologia, Gestione del verde, parchi e recupero cave dismesse, Servizio idrico integrato, Politiche energetiche (illuminazione pubblica), Sicurezza sul lavoro, Protezione civile, Convenzioni e concessioni (Parco Belvedere, Isola Borromeo), è l’unico a guadagnare quasi 120mila euro grazie alla sua attività di ispettore di impianti termici, responsabile dei lavori e molto altro: è direttore tecnico di azienda di servizi e installazione di impianti termici e antincendio e titolare di uno studio tecnico di ingegneria. 
 
Seguono il vicesindaco Vittorio Caglio, direttore generale della cooperativa Punto d’incontro, e il consigliere di maggioranza Lorenzo Colombo, in pensione dall’ottobre del 2013. Abbiamo controllato le dichiarazioni dei redditi e quelle patrimoniali dei 22 componenti del Consiglio comunale  per stilare la classifica dal più "ricco" al più "povero". 
 
Dai file pubblicati emergono i redditi, le proprietà, le azioni di banche o società e addirittura l’automobile (o qualsiasi altro mezzo a motore) di ogni singolo politico.  Noi abbiamo preso tutti questi dati e li abbiamo uniti all’età e alla professione svolta: indicazioni che si possono trovare nei curricula  di ognuno, anche   questi caricato sul sito web dell’Ente.  
 
Il servizio completo sul giornale in edicola e nella VERSIONE SFOGLIABILE ONLINE PER SMARTPHONE, TABLET E PC da sabato 11 febbraio.


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter