Case Aler Cernusco: un tavolo per risolvere i problemi

Nel mirino anche il problema dell'abbandono dei rifiuti.

Case Aler Cernusco: un tavolo per risolvere i problemi
Martesana, 27 Gennaio 2020 ore 12:41

Abbandono di rifiuti, occupazioni abusive e morosità: Case Aler Cernusco nel mirino di Amministrazione e Ente regionale per l'edilizia.

Case Aler Cernusco: al lavoro per risolvere i problemi

Il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Daniele Restelli ha incontrato i rappresentanti di Aler insieme ai dirigenti dei settori Servizi sociali e Patrimonio ed Ecologia con anche il comandante della Polizia Locale per proseguire il dialogo iniziato ormai qualche anno fa sul tema della gestione delle case Aler presenti sul territorio. “Dopo l’esperienza del Protocollo d’intesa sottoscritto da Comune e Aler per la rimozione dei veicoli abbandonati nelle aree di sosta presenti nei caseggiati Aler, inizia oggi un nuovo percorso comune nella direzione di migliorare la vivibilità e allo stesso tempo assicurare il rispetto delle regole da parte di tutti – sottolinea il vicesindaco Restelli -  Da tempo ormai i nostri Servizi sociali insieme agli uffici che si occupano del Patrimonio hanno avviato una stretta collaborazione per monitorare le situazioni di morosità e difficoltà dei cittadini a cui è stata assegnata una casa comunale, con risultati positivi. Visti i buoni riscontri di questo lavoro sinergico, abbiamo proposto quindi ad Aler di fare lo stesso insieme: ricognizione delle situazioni problematiche, confronto con Servizi sociali e percorso comune per risolvere nel miglior modo possibile. Sono soddisfatto del riscontro positivo e certo che a breve daremo il via ad azioni comuni”.

Problema rifiuti

Tra gli altri temi affrontati durante il tavolo di lavoro e che saranno oggetto nelle prossime settimane di nuovi incontri tra gli uffici di Villa Alari e Aler, anche il problema della mancata raccolta differenziata e dell’abbandono di ingombranti che spesso si registrano nei caseggiati e quello della sorveglianza tramite telecamere, che saranno installate entro la primavera per un monitoraggio sia delle discariche abusive che per il controllo più in generale delle aree. “Pensiamo che accanto a un lavoro di monitoraggio e di aumento della sicurezza dei caseggiati, sia importante soprattutto un dialogo costante e costruttivo con gli inquilini – ha aggiunto  Restelli - Per questo con Aler continueremo, e anzi incrementeremo, i momenti di confronto con i nostri Servizi Sociali e con la Polizia Locale, con cui abbia già "in cantiere" nuove progettualità, in modo da dare ai residenti che hanno a cuore la cura dei condomini la possibilità di collaborare insieme a noi per migliorare la vivibilità dei caseggiati stessi” .

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter