“Caro sindaco, a Cernusco sul Naviglio ci sono rigurgiti dell’estrema destra”

“Caro sindaco, a Cernusco sul Naviglio ci sono rigurgiti dell’estrema destra”
Martesana, 20 Novembre 2020 ore 17:55

“Caro sindaco, a Cernusco sul Naviglio ci sono rigurgiti dell’estrema destra”. E’ questo in sintesi il contenuto di una lettera aperta inviata dall’associazione Cernusco in Comune a Ermanno Zacchetti.

Una crisi sanitaria ed economica che esaspera gli animi

A creare il terreno fertile per far sì che determinati movimenti estremisti acquistino consensi  è l’emergenza sanitaria con la chiusura conseguente delle attività.

“La nuova ondata di contagi, i ricoveri in ospedale e le tantissime persone costrette in quarantena presso le proprie abitazioni, sono una fotografia che avremmo voluto archiviare tra i brutti ricordi e che invece è tornata di estrema attualità, in pochissimo tempo – si legge nella missiva – L’emergenza sanitaria porta con sé, in forme ben più gravi rispetto alla primavera scorsa, enormi disagi sul piano economico e sociale, perché irrompe in un contesto che non si è ancora ripreso dalla prima ondata. Tante le categorie colpite in modo drammatico”

Di qui il pericolo che qualcuno approfitti della situazione.

“Anche perché in questa fase, alle difficoltà oggettive si somma l’esplosione della rabbia per una situazione non più sopportabile – prosegue – Un disagio comprensibile e legittimo che però rischia di essere strumentalizzato da formazioni politiche che non cercano soluzioni, ma la crescita della tensione, forze che non si ispirano ai valori e ai principi costituzionali”.

“L’estrema destra si sta radicando in città”

Secondo l’associazione c’è in città un tentativo da parte di certi movimenti di aumentare la propria presenza.

“Anche a Cernusco è in corso da qualche tempo un tentativo di radicamento di queste formazioni di estrema destra, attraverso l’apertura di esercizi commerciali – suggerisce il documento – Li abbiamo visti in azione, abbiamo letto le loro provocazioni e vogliamo impedire che si vada oltre”.

Un riferimento implicito ma chiaro all’apertura della libreria Altaforte in via Pontida, considerata vicino a Casa Pound. Cernusco in Comune chiede dunque al sindaco di non legittimare in alcun modo la presenza di tali soggetti, non sottovalutare la presenza di tali realtà e di attivarsi presso tutte le autorità preposte per vigilare sull’insediamento di formazioni di estrema destra sul territorio di Cernusco e della Martesana

Una collaborazione ampia

“Chiediamo inoltre di attivare immediatamente un momento di confronto con tutte le forze politiche e sociali democratiche del nostro territorio per la gestione della crisi conclude il messaggio – Coinvolgiamo i rappresentanti delle categorie colpite, le organizzazioni sindacali, le tante associazioni che stanno già fornendo il loro contribuito in modo costante e volontario. Serve uno sforzo straordinario per affrontare la crisi di oggi ma soprattutto per inventare il prossimo futuro”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia