Cronaca
Intervento provvidenziale

Carabinieri di Gorgonzola salvano la vita a una ragazza che voleva lanciarsi nel vuoto

E' successo sabato scorso sul cavalcavia della Cassanese in via Parini, da cui una giovane minacciava di gettarsi

Carabinieri di Gorgonzola salvano la vita a una ragazza che voleva lanciarsi nel vuoto
Gorgonzola Pubblicazione:

Sarebbero bastati pochi secondi ancora, e quell’angosciante notte a Gorgonzola si sarebbe conclusa con una tragedia, se non fosse stato per quella mano che l'ha tenuta stretta prima che si lasciasse cadere dal cavalcavia di via Parini.

Minacciava di lanciarsi a Gorgonzola

Se non fossero intervenuti i Carabinieri, quella ragazza non sarebbe neppure più qui. E' capitato sabato 24 giugno 2023, intorno alle 23, sul ponte che covrasta la Cassanese all'altezza di via Parini, tra Melzo e Gorgonzola.

Una donna di circa vent’anni minacciava di buttarsi nel vuoto. Si era già arrampicata oltre la rete metallica di sicurezza, sopra il cornicione. Intorno a lei c’erano alcuni suoi conoscenti in preda al panico.

E’ proprio in quel momento che sono intervenuti due Carabinieri della Stazione di Gorgonzola impegnati in alcuni controlli nei pressi del confine con Pessano.

Un intervento provvidenziale

Una volta giunti, i militari hanno proceduto ad allontanare la folla e si sono diretti verso la giovane. Uno dei due sottufficiali ha iniziato a parlare con lei, instaurando un dialogo con lo scopo di distrarla e intrattenerla. Il collega, intanto, cominciava lentamente a muovere i primi passi per avvicinarsi alla ragazza, cercando di non turbarla eccessivamente.

Arrivato a pochissima distanza da lei, ha infilato la mano attraverso i buchi della rete di sicurezza e ha afferrato con forza la mano destra della giovane insieme al colletto del suo abito. Ha poi tenuto salda la presa cosicché la ragazza non scivolasse.

Nel frattempo, il primo si è recato sotto al cavalcavia bloccando il traffico sulla Cassanese, servendosi della vettura di servizio. Dirottando la circolazione, ha poi fermato due autoarticolati particolarmente imponenti, i cui autisti alla guida hanno subito accettato di dare una mano e si sono posizionati sotto il ponte con l’obiettivo di ridurre la distanza tra la ragazza e il suolo, circa 15 metri.

Alla fine il salvataggio

Sul posto si erano precipitati i soccorsi, con la squadra specializzata dei rocciatori dei Vigili del Fuoco proveniente da Milano (il cui intervento, di fatto, non si è poi reso necessario) e i pompieri della caserma di Gorgonzola.

Era ormai trascorsa quasi mezz’ora dal primo tentativo di approccio, tutti erano esausti e anche la giovane donna, ormai allo stremo delle forze, si è lasciata totalmente andare: si è slacciata il vestito, così da scindere il colletto dalla presa del carabiniere, e a peso morto si è sporta in avanti. L’unica ancora che la teneva stretta alla rete era la mano destra, stretta dal militare. La vita della giovane era letteralmente appesa a un filo.

I pompieri hanno poi alzato due scale a pioli per raggiungere la ventenne e, avendo fatto salire anche un soccorritore, l’hanno afferrata per entrambe le braccia e hanno portato a termine il salvataggio, certo non senza riportare qualche ferita.

Il servizio completo potrete leggerlo sul numero in edicola sabato 1 luglio 2023

Seguici sui nostri canali