Capriate, migrati arrivati senza preavviso. Il sindaco: “Ho pensato di dimettermi”

Capriate, migrati arrivati senza preavviso. Il sindaco: “Ho pensato di dimettermi”
02 Marzo 2017 ore 08:27

Rivelazione choc del sindaco di Capriate Valeria Radaelli nel corso del Consiglio di mercoledì sera: “Ho pensato di dimettermi”. A far ipotizzare la drastica scelta al primo cittadino capriatese è stato l’arrivo improvviso di 18 migranti in una struttura del centro storico a due passi dal Comune. Nel mirino del sindaco, che nel corso della seduta ha illustrato ai consiglieri e al folto pubblico presente in aula gli avvenimenti delo scorso fine settimana culminati con l’arrivo di 18 giovani richiedenti asilo tutti provenienti dall’Africa sub-sahariana, è stato il modus operandi delle istituzioni e in particolar modo della Prefettura che ha avvertito il Comune, solo 24 ore prima dell’arrivo dei migranti. Valeria Radaelli ha precisato di aver accantonato l’idea delle dimissioni perchè questo avrebbe comportato il commissariamento del Comune.  

Le foto e l’articolo completo sul numero del giornale in edicola e on line nello sfogliabile per smartphone, tablet e pc da sabato 4 marzo

 

  

 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia