Cronaca
Speranza nella medicina

Cancro al colon con metastasi al fegato, intervento quasi miracoloso a Vizzolo Predabissi

L'intervento è stato possibile grazie a una stretta collaborazione tra i medici dell'azienda ospedaliera con quelli del San Raffaele.

Cancro al colon con metastasi al fegato, intervento quasi miracoloso a Vizzolo Predabissi
Cronaca Martesana, 21 Giugno 2020 ore 14:44

Per la prima volta all'ospedale Vizzolo Predabissi è stato eseguito un delicatissimo intervento di chirurgia epato-biliare. protagonista l'equipe guidata da Antonio Brunelli in collaborazione con il reparto interno di Oncologia diretto da Andrea De Monte e l’Ospedale San Raffaele.

Una grave patologia

Il paziente è un 50enne affetto da carcinoma al colon con metastasi plurime al lobo destro del fegato. L’intervento, eseguito in molteplici fasi, è perfettamente riuscito  e ora l'uomo ha già ripreso il ciclo di cure chemioterapiche. Per l'Asst di Melegnano l'evento apre scenari importanti a favore dei pazienti che non saranno più obbligati ad affidarsi a strutture lontane da casa. "Oggi c'è la possibilità di eseguire nella nostra struttura interventi specialistici di alta complessità in totale sicurezza per il paziente attraverso le tecniche più avanzate per una qualità prestazionale elevata", ha spiegato il direttore generale Angelo Cordone.

Collaborazione tra ospedali

La collaborazione tra i due nosocomi permette lo scambio continuo di best practice e professionalità consentendo di fatto ai presìdi di fare precise diagnosi oncologiche e interventi chirurgici all’avanguardia. "L’uomo è stato prima sottoposto a quattro cicli di chemioterapia – ha spiegato il chirurgo Sergio Zuffada che ha operato il paziente – Successivamente il primo dei due interventi è consistito nell’asportazione, in via laparoscopica, della parte sinistra del colon colpita dal tumore". Durante il primo intervento, durato circa sei ore, si sono evidenziate numerose metastasi epatiche nella parte destra dell'organo.

Le diverse fasi

A una settimana dal primo intervento è stata eseguita una embolizzazione, con lo scopo di aumentare il volume del lobo sinistro del fegato. Poi, a distanza di circa cinque settimane, ossia a metà febbraio 2020, valutata positivamente la sua crescita, il paziente è stato rioperato, questa volta di epatectomia destra. Un intervento durato poco meno di 4 ore. Dopo un solo giorno in Terapia intensiva il 50enne è stato riaffidato alle cure del reparto di Oncologia di Vizzolo per concludere il ciclo di cure con ottimi risultati.  “Una presa in carico del paziente a 360 gradi – ha commentato Cordone - Un plauso va al personale per l’elevata professionalità che quotidianamente mettono a disposizione del territorio e dei loro pazienti”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Seguici sui nostri canali