Menu
Cerca
Degrado

Cambiago, il tetto Centro diurno e del Municipio fanno acqua da tutte le parti

La neve, caduta copiosamente il 28 dicembre del 2020, ha messo in evidenza una serie di criticità strutturali in due importanti edifici pubblici del paese.

Cambiago, il tetto Centro diurno e del Municipio fanno acqua da tutte le parti
Cronaca Martesana, 17 Febbraio 2021 ore 12:00

I tetti di due importanti edifici comunali di Cambiago condividono la stessa criticità. Presentano infatti una serie di infiltrazioni d'acqua. Si tratta del Centro diurno e del Municipio.

Percola l'acqua dai tetti del Centro diurno e del Municipio di Cambiago

E' proprio il caso di dire che i tetti del Centro diurno e del Municipio fanno acqua da tutte le parti. Se ne sono resi conto in questi giorni i dipendenti, quando hanno visto l'acqua gocciolare sui pavimenti del Centro diurno e del Municipio. In particolare in quest'ultimo caso si tratta dell'Ufficio Sport, che si trova al primo piano della struttura di via Gramsci. I pannelli del controsoffitto si sono infatti bagnati e si sono riempiti di macchie marroni di muffa. Alla fine si sono appesantiti e alcuni di essi sono caduti per terra. Dall'Amministrazione comunale hanno fatto sapere che si tratta di criticità strutturali che si sono aggravate a seguito della pesante nevicata che si è abbattuta sulla città lunedì 28 dicembre 2020. La neve ha infatti ristagnato sui tetti piatti delle strutture pubbliche finendo per creare un ristagno d'acqua.  La guaina isolante che protegge le coperture dei due edifici pubblici si è lentamente deteriorata e il fenomeno ha finito per diventare un vero e proprio colpo di grazia.

L'Amministrazione comunale ha messo mano al portafoglio

Nonostante sia ancora in esercizio provvisorio, l'Amministrazione comunale ha provveduto a predisporre le risorse necessarie per effettuare gli interventi riparatori. Nel primo caso, ovvero, per quanto riguarda il Centro diurno, la cifra però è considerevole, dato che il danno è più strutturato e i lavori non potranno partire fino a quando il bilancio di previsione (è il principale strumento di programmazione dell'Ente. Approvato, in teoria, prima dell'inizio dell'anno di riferimento, registra tutte le entrate disponibili per il finanziamento degli interventi che il Comune intende attivare). Diversa invece l'entità del secondo intervento, molto più ridotto.

Il servizio completo sulla Gazzetta della Martesana in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone, e tablet da sabato 13 febbraio 2021.