Caccia alla volpe, Enpa insorge

"Vogliono eliminare i competitor dei cacciatori".

Caccia alla volpe, Enpa insorge
03 Dicembre 2018 ore 08:02

All’indomani dell’approvazione della Legge di Semplificazione 2018 con cui il “Pirellone” ha dato il via libera al tesserino venatorio per i diciassettenni e aperto alla caccia alla volpe  per tutto l’anno, l’Enpa insorge.

Caccia alla volpe aperta tutto l’anno

La decisione è motivata con la pericolosità delle volpi. Secondo l’ente per la protezione animali, in realtà, “il vero obiettivo è quello di eliminare un competitor delle doppiette. Infatti, le volpi, che sono tra l’altro i principali predatori dei roditori, si cibano di lepri e fagiani immessi a fini venatori, e finiscono quindi per entrare in conflitto con i cacciatori”.

L’appello

“Enpa chiede a tutti di scrivere, telefonare, intervenire sui social della Regione e del Ministero dell’Ambiente, protestando contro quello che è un vero colpo di mano. Al contempo l’associazione sollecita il governo ad intervenire contro questo abuso e ad impugnare le norme sparatutto approvate con la Legge di Semplificazione” fanno sapere dall’associazione, appellandosi anche  al Garante dei Minori. «È scandaloso – denuncia Andrea Brutti dell’Ufficio Fauna Selvatica di Enpa – che la memoria delle vittime della stagione venatoria
2018/2019, alcune delle quali poco più che adolescenti, sia infangata con un provvedimento che arma i 17enni. E’ forse questa la risposta delle istituzioni alla richiesta  di sicurezza dei cittadini? È questa la strategia per contrastare il bullismo e per educare i ragazzi al rispetto della vita? È questa la sensibilità mostrata dalle Regioni nei confronti di chi si è visto uccidere una persona cara dalle “doppiette”?».

 TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia