Caccia alla volpe, Enpa insorge

"Vogliono eliminare i competitor dei cacciatori".

Caccia alla volpe, Enpa insorge
03 Dicembre 2018 ore 08:02

All'indomani dell'approvazione della Legge di Semplificazione 2018 con cui il "Pirellone" ha dato il via libera al tesserino venatorio per i diciassettenni e aperto alla caccia alla volpe  per tutto l'anno, l'Enpa insorge.

Caccia alla volpe aperta tutto l'anno

La decisione è motivata con la pericolosità delle volpi. Secondo l'ente per la protezione animali, in realtà, "il vero obiettivo è quello di eliminare un competitor delle doppiette. Infatti, le volpi, che sono tra l’altro i principali predatori dei roditori, si cibano di lepri e fagiani immessi a fini venatori, e finiscono quindi per entrare in conflitto con i cacciatori".

L'appello

"Enpa chiede a tutti di scrivere, telefonare, intervenire sui social della Regione e del Ministero dell'Ambiente, protestando contro quello che è un vero colpo di mano. Al contempo l'associazione sollecita il governo ad intervenire contro questo abuso e ad impugnare le norme sparatutto approvate con la Legge di Semplificazione" fanno sapere dall'associazione, appellandosi anche  al Garante dei Minori. «È scandaloso - denuncia Andrea Brutti dell'Ufficio Fauna Selvatica di Enpa - che la memoria delle vittime della stagione venatoria
2018/2019, alcune delle quali poco più che adolescenti, sia infangata con un provvedimento che arma i 17enni. E' forse questa la risposta delle istituzioni alla richiesta  di sicurezza dei cittadini? È questa la strategia per contrastare il bullismo e per educare i ragazzi al rispetto della vita? È questa la sensibilità mostrata dalle Regioni nei confronti di chi si è visto uccidere una persona cara dalle "doppiette"?».

 TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI