Corte d'appello

Bus dirottato a Peschiera: la perizia esclude l’incapacità di intendere e volere

L'assessore regionale alla sicurezza De Corato senza mezzi termini: "Revochiamogli la cittadinanza".

Bus dirottato a Peschiera: la perizia esclude l’incapacità di intendere e volere
30 Giugno 2020 ore 11:11

Osseynou Sy non è infermo di mente. La perizia psichiatrica richiesta dalla Corte d’Assise di Milano ha certificato che il conducente del bus dirottato a Peschiera Borromeo nel marzo del 2019 non aveva problemi mentali.

Bus dirottato la perizia fa chiarezza

Gli avvocati di Sy si erano appellati all’infermità mentale per cercare di motivare l’atto compiuto dal 47enne nel marzo del 2019. All’epoca dei fatti l’uomo aveva sequestrato una autobus con all’interno 50 ragazzini, due insegnanti e una bidella di una scuola media di crema di rientro da una gita d’istruzione. Durante il processo, l’imputato era apparso confuso nello spiegare le motivazioni del gesto compiuto, tanto da far presupporre che potesse essere infermo mentale. La perizia degli esperti ha fatto chiarezza.

“Gli venga revocata la cittadinanza”

Un attacco esplicito è arrivato dall’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato

Speriamo che la sentenza dia giustizia alle famiglie e ai ragazzini segnati probabilmente per tutta la vita dalla vicenda, Gli venga revocata la cittadinanza e dopo aver scontato il massimo della pena senza riduzione venga rispedito in Senegal.

TORNA ALLA HOME. 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia