Cronaca
Sono arrivati

Buoni spesa a Segrate, come fare per averli

Ecco tutto quello che c'è da sapere per ricevere il contributo.

Buoni spesa a Segrate, come fare per averli
Cronaca Martesana, 03 Aprile 2020 ore 20:22

Buoni spesa a Segrate, arrivati e disponibili. Il sindaco ha fatto sapere che sono già 2.200 le persone che hanno telefonato in Comune.

Buoni spesa a Segrate, già ricevute 2.200 chiamate

"I buoni spesa sono arrivati e già ieri, giovedì 2 aprile 2020, abbiamo ricevuto 2.200 telefonate di cittadini bisognosi". A informare della situazione è il sindaco Paolo Micheli, che invita a non scoraggiarsi. "Qualcuno ci sta scrivendo dicendo che ha provato a contattare il call center al numero 02-82396459 senza riuscire a prendere la linea - ha concluso - Pazientate e richiamate da lunedì. Stiamo aggiungendo altri operatori per evitare il sovraccarico delle linee. Ricordo che il personale dedicato risponde dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, il venerdì dalle 9 alle 13". 

A disposizione 190mila euro

I segratesi che sono in grave difficoltà economica per colpa dell'emergenza sanitaria possono quindi chiamare per avere le informazioni utili per richiedere i buoni per fare la spesa e reperire i beni di prima necessità.  Verranno utilizzati i 190mila euro che il Governo ha messo a disposizione.

Requisiti di accesso

Possono fare richiesta i nuclei familiari residenti a Segrate più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza sanitaria a seguito di:

  • riduzione o perdita del lavoro non coperta al momento da ammortizzatori sociali (ad esempio licenziamento, mobilità forzata, in attesa di cassa integrazione…)
  • sospensione attività di lavoro autonomo non coperta da ammortizzatori sociali (per esempio bonus di 600 euro per le partite Iva)
  • cessazione o riduzione di attività libero professionale o di impresa
  • Disoccupazione non coperta da Naspi
  • mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici
  • accordi aziendali e sindacali con riduzione dell’orario di lavoro
  • malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare
  • anziano solo con pensione minima o in assenza di pensione
  • incremento di spese certificate sostenute dal nucleo familiare per l’acquisto di farmaci, per garantire interventi socio-assistenziali o per il pagamento di spese socio-sanitarie
  • attivazione di servizi a pagamento per l’assistenza al domicilio di persone fragili che non hanno potuto frequentare centri diurni per anziani, disabili o progetti personalizzati domiciliari di cui fruivano
    altro stato di necessità da dichiarare

Sarà data priorità a nuclei con presenza di neonati, minori, anziani e disabili.

Importo del buono

 

  • 1 componente familiare: 150 euro
  • 2 componenti familiare: 200 euro
  • 3 componenti familiare: 300 euro
  • 4 componenti familiare: 400 euro
  • 5 componenti o più familiare: 500 euro

In presenza di uno o più minori nella fascia da 0 a 4 anni è previsto un buono spesa aggiuntivo per nucleo di 50 euro.

Modalità di erogazione

Il buono spesa sarà dovrà essere utilizzato tra gli esercizi commerciali aderenti al circuito territoriale.

Come accedere

Le persone in possesso dei requisiti potranno presentare la domanda scaricando il modulo di richiesta dal sito istituzionale del Comune, rinviandolo poi via mail. Coloro che non sono in possesso di computer o connessione Internet, potranno contattare il numero 02-82396459 per la raccolta telefonica della domanda. I buoni spesa saranno consegnati individualmente agli aventi diritto a cura delle strutture comunali o di volontariato oppure presso il Comune solo su appuntamento secondo orari e modalità che comunicheremo.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Seguici sui nostri canali