Buche nelle strade, lampioni non funzionanti e disfunzioni Una App lo segnalerà al Comune

Sarà sufficiente il proprio smartphone per segnalare al Comune di Cassina de' Pecchi in tempo reale tutto ciò che non va.

Buche nelle strade, lampioni non funzionanti e disfunzioni Una App lo segnalerà al Comune
Martesana, 09 Gennaio 2018 ore 09:49

Buche nelle strade ma anche rifiuti abbandonati e molto altro. Il Comune di Cassina de' pecchi sta per mettere in campo una nuova applicazione che consentirà ai cittadini di segnalare tutto in maniera semplice e veloce.

Buche nelle strade e disfunzioni

Tutto ciò che non va in paese d'ora in poi potrà essere segnalato in Municipio in maniera semplice. Questo grazie a  www.comuni-chiamo.com, accessibile da computer o smartphone (grazie all’App disponibile per iOS e per Android).

Ecco cosa si potrà segnalare

Lampioni non funzionanti, rifiuti, buche nell'asfalto, presenza di cani randagi, biciclette, moto o auto abbandonate, tombini intasati. Sono solo alcuni esempi di ciò che i cittadini potranno far notare al Palazzo, affinché provveda a sistemare.

Novità importante

"Una novità importante per il nostro Comune – ha dichiarato l'assessore alla Partecipazione Tommaso Chiarella -. Ci permetterà di provvedere in modo più tempestivo alla risoluzioni dei problemi. Le segnalazioni, infatti, non arriveranno solo agli uffici dell'Amministrazione, ma direttamente anche alle società partecipate o alle aziende responsabili dei diversi servizi".

Partecipazione

"Grazie a questa innovativa piattaforma digitale il ruolo dei cittadini diventa sempre più determinante e importante – ha concluso -. Con la collaborazione di tutti cercheremo di rendere Cassina un Comune sempre più efficiente e un luogo sempre più gradevole dove vivere”.

Incontro pubblico

Intanto per il 24 gennaio alle 21 in sala consiliare è già stato organizzato  un incontro pubblico durante il quale saranno analizzate le richieste evase durante la sperimentazione. Inoltre sarà illustrato il funzionamento della piattaforma. Trimestralmente seguiranno poi confronti analoghi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter