Cronaca

Blocco pensioni, in 400 ricorrono a Strasburgo

La Corte Costituzionale ha giudicato legittimo il bonus Renzi del 2015, ma il Comitato unitario pensionati di Trezzo vuole portare la causa alla Corte europea dei diritti dell'uomo.

Blocco pensioni, in 400 ricorrono a Strasburgo
Cronaca Trezzese, 05 Novembre 2017 ore 07:10

Secondo la Consulta il rimborso parziale avvenuto nel 2015 col Governo Renzi sul blocco pensioni è legittimo. Ma per il Comitato unitario pensionati c'è ancora una speranza, ricorrere alla Corte europea di Strasburgo.

Si guarda all'Europa per arginare il blocco pensioni

La Corte costituzionale, la stessa che nel 2015 aveva bocciato le trattenute sugli stipendi mensili dei pensionati, questa volta ha giudicato ragionevole la parziale «sanatoria» introdotta dal Governo Renzi. Ma fra i migliaia di ricorrenti spiazzati dalla sentenza ci sono quasi 400 trezzesi e non decisi a non arrendersi e a portare le loro istanze fino a Strasburgo.
Lo ha promesso Giorgio Colombo membro del Comitato unitario pensionati di Trezzo. Il Comitato accorpa anche i residenti di Vaprio, Busnago, Capriate e Inzago. Grazie a un manipolo di volontari è riuscito in poco più di un anno a inoltrare quasi 400 ricorsi (di cui 50 provenienti da Rho) contro il «blocco pensioni». Ora quelle istanze finiranno al di là delle Alpi.

La notizia sul giornale in edicola e anche nell'edizione sfogliabile ONLINE per smartphone, tablet e pc

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter