Bike sharing diventa "monumento alla deficienza umana"

Ancora usi "impropri" delle biciclette a noleggio della società Ofo. Lo sfogo dell'ex consigliere

Bike sharing diventa "monumento alla deficienza umana"
Sesto, 22 Agosto 2018 ore 11:08

Bike sharing diventa "monumento alla deficienza umana". Ancora usi "impropri" delle biciclette a noleggio della società Ofo. Lo sfogo dell'ex consigliere.

Bike sharing ancora nel mirino

Vandalizzate. Rubate. Parcheggiate in aree private. Appese agli alberi o buttate nel laghetto di Cascina Gatti. Non c'è pace per i velocipedi gialli a noleggio, che a Sesto San Giovanni (ma non solo) finiscono quotidianamente nel mirino dei malintenzionati. Questa volta una bici è stata trasformata in "monumento alla deficienza umana". Parole testuali dell'ex consigliere comunale del Pd (e guardia ecologica volontaria) Arselio Sbardella. Il velocipede è stato posizionato al contrario sul tavolino di un giardino pubblico di Sesto. Quasi un'opera di "pop art". Il tutto dopo aver divelto il blocco che viene disinserito in automatico dopo aver effettuato il pagamento.

E pensare che Ofo era corsa ai ripari

Per scongiurare l'utilizzo improprio delle proprie biciclette, Ofo (ai primi di agosto) aveva deciso di rivedere le tariffe di noleggio verso l'alto, penalizzando gli utenti che dopo aver prelevato i velocipedi entro i confini del Comune di Milano le lasciano poi nell'Hinterland, in balia di se stesse.

La "fascia verde" e la "fascia rossa"

Di fatto sono penalizzati gli utenti che, dopo aver preso le bici nel "cuore" di Milano, le lasciano in zone periferiche, al dì fuori della "fascia verde" che comprende i "margini" milanesi di Niguarda, Turro, Lambrate, Calvairate, Lorenteggio e Pioltello. Chi varca il confine - oltre al costo netto del noleggio - paga ora anche un sovrapprezzo pari a 7 euro. In questo confine è compresa anche Sesto San Giovanni. Chi, invece, andrà oltre a questa fascia, evidenziata col colore rosso, andrà incontro anche a una penalità di 75 punti. Chi noleggia una bici Ofo parte con un punteggio sulla carta virtuale pari a 100. E se si va in negativo, viene preclusa la possibilità di prendere a noleggio un’altra bici.
Obiettivo dichiarato di Ofo - che segue la decisione già presa in precedenza dall’altro gigante del noleggio, Mobike - è quello di scoraggiare i vandalismi e gli usi impropri delle biciclette. Ma il rischio è che questa fascia extra da 7 euro vada a penalizzare invece chi ci mette la faccia e prende a noleggio correttamente i velocipedi. Una constatazione legata al fatto che la stragrande maggioranza dei malintenzionati utilizzano in maniera abusiva i mezzi, forzando i blocchi. E certo non utilizzando documenti di riconoscimento o carte di credito da cui scalare i 7 euro...