Per le benemerenze di Vimodrone una serata da... Scala di Milano

Per le benemerenze di Vimodrone una serata da... Scala di Milano
Martesana, 09 Maggio 2018 ore 10:54

Era la serata della consegna delle benemerenze di Vimodrone, ma sembrava di essere alla Scala di Milano. Grandi sorprese per l'apertura della festa di Santa Croce.

Come alla Scala di Milano

Ieri, martedì, in sala consiliare il sindaco Dario Veneroni e la Giunta hanno insignito i vimodronesi che hanno dato lustro alla città in vari ambiti della vita. A incantare il pubblico (in prima fila il capitano dei carabinieri della compagnia di Sesto Cosimo Vizzino, il comandante di stazione cittadina Guerino D'Angelo e il comandante della Polizia Locale Gianni Pagliarini) ci ha pensato la famiglia Pagano, premiata con l'onorificenza, che ha chiuso in bellezza la serata con un'esibizione. Ha cantato Massimo, il padre di famiglia, baritono nel coro della Scala di Milano.

La famiglia Pagano mentre riceve la benemerenza dal sindaco in fascia tricolore

La serata delle benemerenze

L'evento si è aperto con la musica del coro della scuola media di via Piave "Note di classe" e si è chiuso con la torta degli Amici per Vimodrone, decorata con lo stemma della città. Grandi applausi per tutti i benemeriti che, come ha ricordato il primo cittadino, "hanno reso grande il nome della nostra comunità". Di seguito i nomi dei premiati e i motivi per cui hanno ricevuti la benemerenza.

Bruno Sardi (alla memoria)

Presidente della U.S. Vimo, conosciuto oltre che per la sua umanità anche per l'assoluta eccellenza dimostrata in tutti i contesti in cui si è misurato.

Laboratorio artistico

Luogo di aggregazione di tante donne e amiche con spiccato senso artistico e manuale a disposizione delle molteplici iniziative culturali e popolri per la presentazione dei costumi, allestimento di scenografie e realizzazione di oggetti di pregio offerti nelle occasioni e ricorrenze di festa e solidarietà.

Giannino Cazzaniga

Noto artigiano e imprenditore di Vimodrone. Apprezzato per il suo impegno e operato nel campo dell'industria, del alvoro, con iniziative personali anche di carattere sociale, assistenziale e filantropico e di collaborazione con la pubblica amministrazione, oltre che a sostegno delle associazioni del territorio.

Famiglia Pagano

Rinomata per la passione e dote musicale dei suoi componenti ed in particolare di Massimo, baritono nel coro della Scala di Milano. L'intera famiglia si è prodigata con passione e volontariato nelle varie iniziative programmate sia dalla comunità civile che religiosa con significativo contributo alla cultura musicale locale.

Non sono mancate le storie edificanti. Il servizio completo, con anche tutte le foto, sul numero del giornale in edicola da sabato 12 maggio.