Cronaca

Beccato a rubare: ladro finge di avere un malore

Ma il trucco non è riuscito: denunciato dalla Polizia assieme a un complice. Avevano asportato merce per 400 euro

Beccato a rubare: ladro finge di avere un malore
Cronaca Sesto, 23 Febbraio 2018 ore 08:30

Beccato a rubare: ladro finge di avere un malore. Ma il trucco non è riuscito: è stato denunciato dalla Polizia di Stato assieme a un complice. Avevano asportato merce per 400 euro.

Ladro finge malore, ma il trucco non riesce

Prima ha fatto il giro del negozio infilando dentro una borsa merce per quasi 400 euro. L’obiettivo era poi quello di guadagnare l’uscita senza passare dalla cassa. Beccato in pieno dal personale dell’attività, come "manovra diversiva" ha finto di accusare un malore. Fingere, in questo caso, è il verbo giusto da usare, visto che dopo il trasporto in ospedale con tanto di ambulanza il ladro in questione è stato dimesso con zero giorni di prognosi. La pantomima messa in scena mercoledì pomeriggio all’Ovs di viale Marelli, a Sesto San Giovanni, però, non gli ha risparmiato una denuncia per furto da parte della Polizia di Stato, intervenuta sul posto dopo la chiamata d’emergenza. Stessa sorte per un complice. Un terzo individuo, invece, è riuscito a darsela a gambe.

Il fatto

Il tutto è avvenuto poco dopo le 17.30. I tre hanno varcato la soglia del negozio nel rione Vittoria, iniziando a girare per l’attività e infilando dentro la borsa un po' di tutto: magliette, camice, maglioni e altri capi d’abbigliamento. Un bel bottino da 380 euro, ma lo shopping a sbafo è fallito grazie prima di tutto all’intervento del personale dell’Ovs, che ha bloccato i tre: uno dei ladri, un marocchino di 34 anni, si è subito accasciato, tenendosi il petto. Il secondo, un cittadino siriano 20enne, è rimasto al suo posto. Mentre il terzo complice, quello che materialmente aveva in mano la merce sottratta, una volta scoperto ha abbandonato nel negozio la borsa, fuggendo via.

Trasportato in ospedale e dimesso con zero giorni di prognosi

Nell’arco di pochi minuti, sul posto è arrivata una pattuglia del Reparto volanti. Il 34enne è stato trasportato in ambulanza - e in codice verde - al Pronto soccorso dell’ospedale civile di viale Matteotti, venendo dimesso poco dopo. Sano come un pesce. Ma con una denuncia.