Cronaca
la sentenza

Aveva accoltellato un uomo al cimitero, condannato a 9 anni l'ex panettiere di Pessano

La decisione del Tribunale di Monza nei confronti di Giuseppe Montarone, per decenni è stato il titolare di un panificio in viale Piave

Aveva accoltellato un uomo al cimitero, condannato a 9 anni l'ex panettiere di Pessano
Cronaca Martesana, 28 Ottobre 2022 ore 10:07

Il 23 marzo 2022 aveva accoltellato un anziano di 81 anni fuori dal cimitero di Concorezzo. Questa settimana, come raccontano i colleghi di primamonza.it, Giuseppe Montarone, ex panettiere di Pessano con Bornago, è stato condannato a 9 anni di reclusione.

La sentenza del Gup

Due anni in più di quelli richiesti dal Pm della Procura di Monza Emma Gambardella. Questa la decisione del Gup del Tribunale monzese, che nella giornata di ieri ha condannato Giuseppe Montarone a 9 anni di reclusione (più 20.000 euro di provvisionale sul risarcimento dei danni) dopo i fatti avvenuti lo scorso 23 marzo 2022 a Concorezzo.

L'uomo, lo ricordiamo, si era recato armato di coltello presso il camposanto per farla finita ma, una volta giunto sul posto, aveva riversato la sua disperazione su Mario Calzà, un concorezzese 81enne, ferendolo gravemente al fianco con due coltellate.

A quel punto Montarone, panettiere 64enne alle prese con una situazione personale molto complicata, si era consegnato spontaneamente ai Carabinieri di Concorezzo: "Così adesso troverò rifugio da qualche parte", aveva detto ai militari. Calzà era stato invece trasferito in codice rosso all'ospedale San Gerardo di Monza, dove era stato operato d’urgenza.

Chiesto anche un risarcimento

Nei giorni scorsi Montarone era stato dichiarato perfettamente in grado di intendere e di volere dopo la richiesta di perizia psichiatrica richiesta dalla Pm Gambardella. Il 64enne, imputato di tentato omicidio e porto abusivo di arma da taglio, è stato quindi condannato a 9 anni e si trova attualmente in carcere a Monza. Dal canto suo la vittima si è costituita parte civile con l'avvocato Enrico Giarda, ottenendo il riconoscimento dei danni con una provvisionale immediata di 20.000 euro.

Seguici sui nostri canali