Cronaca
Disavventura

Ats perde il tampone: 53enne recluso in casa per cinquanta giorni

Incredibile la vicenda che ha dovuto subire un operatore sociosanitario di Carugate

Ats perde il tampone: 53enne recluso in casa per cinquanta giorni
Cronaca Martesana, 30 Maggio 2020 ore 14:04

Ats perde il tampone: 53enne recluso in casa per cinquanta giorni. Incredibile la vicenda che ha dovuto subire un operatore sociosanitario di Carugate.

Tampone perso, quarantena infinita

L'8 aprile era stato chiamato per eseguire il tampone Covid all'ospedale di Melegnano. Peccato che non abbia mai saputo l'esito. Motivo? Il test è letteralmente sparito nel nulla. L'operatore sociosanitario di una Residenza sanitaria per disabili di Cernusco sul Naviglio ha dovuto subire una vera odissea, tramutatasi in cinquanta giorni di quarantena forzata in attesa di un responso mai avuto. Il secondo tampone, dietro insistenza, è stato fatto in una struttura di Milano il 10 maggio. E anche qui attese. Fino a quando, dopo l'ennesima chiamata e la minaccia di presentarsi dai Carabinieri per formulare una denuncia per sequestro di persona, è arrivato (si fa per dire) il "miracolo". Ha ricevuto un sms: "Buongiorno, è l'Ats: vada dal suo medico di base, lui sa tutto". Questo in soldoni il senso del messaggio. Peccato che il suo dottore non abbia mai ricevuto il referto, ma un semplice foglio di excel nel quale, accanto al nome del 53enne, era stata inserita la voce "negativo".

Tutti i dettagli nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 30 maggio 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Seguici sui nostri canali