Assistenza handicap Progetto Filippide vuole mettere su casa

Sabato 7 aprile all'oratorio di Cassina de' pecchi una cena, la prima delle iniziative per aiutare l'associazione che si occupa di handicap.

Assistenza handicap Progetto Filippide vuole mettere su casa
Martesana, 06 Aprile 2018 ore 07:13

Assistenza handicap a Cassina de' Pecchi c'è una realtà che da anni si prende cura dei ragazzi con handicap. E' Progetto Filippide Lombardia, che però ha un problema.

Assistenza handicap

I locali dove ha sede l'associazione infatti e dove si trova il Cse, il centro socio educativo, non sono di proprietà del sodalizio. Ciò crea problemi di varia natura, soprattutto per i progetti a lungo termine che Progetto Filippide ha messo in campo. Di qui la decisione di acquistarli. E per farlo ha lanciato una raccolta fondi chiamata "Un metro quadro di felicità"

Il pericolo

"Abbiamo come obiettivo di acquistare l’immobile senza il quale tutti i progetti che abbiamo costruito in questi anni insieme alle famiglie e agli operatori potrebbero subire un brusco arresto causando disagi che rischierebbero di infrangere i sogni di tutti noi", hanno spiegato i responsabili.

Le iniziative

Si comincia sabato, domani, alle 19.30 con "Aggiungi un posto a tavola". Si tratta di una cena all'oratorio "San Domenico Savio" di via Cardinal Ferrari. Per informazioni 02 9529817. Si proseguirà il 6 maggio con "Fuoco alla guerra" al teatro Trivulzio di Melzo, un'anteprima del balletto della Fondazione A. Il 19 maggio sarà la volta di un aperitivo solidale a Cassina. E per finire il 20 maggio in occasione della corsa "Da Cernusco a New York" i volontari dell'associazione saranno presenti con un gazebo per la raccolta fondi.

Cosa è Progetto Filippide

"Crediamo in un progetto educativo diverso, che combini il sentirsi in famiglia con l’attenzione di professionisti, e dove ragazzi, genitori, educatori siano tutti parte di un percorso in cui si possa crescere insieme - hanno proseguito - Siamo aperti a nuove sfide che non riguardano soltanto la disabilità ma il sociale con tutta la sua complessità (i lavori di pubblica utilità, il sostegno alle famiglie, volontariato consapevole…)".