Menu
Cerca
Fisco e tributi

Arrivano gli accertamenti Tasi a Melzo: più di mille cartelle contestate

Gli accertamenti fanno riferimento ai pagamenti della tassa del 2015. L'assessore Forloni ha rassicurato: "Se ci sono stati errori risolveremo la situazione".

Arrivano gli accertamenti Tasi a Melzo: più di mille cartelle contestate
Cronaca Melzese, 21 Marzo 2021 ore 10:44

E’ pioggia di accertamenti Tasi a Melzo. Sono più di mille gli avvisi per errori nel pagamento della tassa sui servizi indivisibili del 2015.

Accertamenti Tasi del 2015

Una vera a propria “pioggia di cartelle” dovuta all’attività di controllo e verifica svolta dagli uffici comunali. Infatti lo scorso anno era stata rinviata al 2021 la scadenza per gli accertamenti sulle tasse municipali del 2015, procrastinando il termine per la prescrizione delle stesse che solitamente avviene dopo cinque anni. Così in queste settimane sono stati inviati gli accertamenti che hanno interessato circa il 10% delle famiglie melzesi.

Segnalati degli errori

Tra coloro che hanno ricevuto la notifica del Comune, diverse persone hanno riscontrato degli errori o delle anomalie così hanno contattato il Comune per avere spiegazioni. Ma essendo il personale del Municipio in smart working, per i cittadini è risultato molto difficile mettersi in contatto con gli uffici. Tanto che l’Amministrazione ha deciso di potenziare il servizio Tributi dedicando tre persone al rispondere alle chiamate dei cittadini.

Le rassicurazioni del vicesindaco

Una situazione anomala che ha destato molto scalpore. Non solo per la mole di accertamenti effettuati, ma anche per la difficoltà nel chiarire la propria posizione e il timore di vedersi costretti a pagare delle more in caso di ritardi nel saldo. Ma il vicesindaco e assessore al Bilancio Flavio Forloni ha voluto tranquillizzare i melzesi.

Se ci sono stati degli errori verranno sistemati. I cittadini ci possono scrivere tramite mail o contattare telefonicamente. La scadenza per il saldo è di 60 giorni, ma per chi ha ragione non ci sono limiti di tempo. Chiediamo scusa per il disagio di chi ha provato a contattare il Comune in questi giorni senza ottenere una pronta risposta