Cronaca

Arrestato terrorista latitante che inneggiava alla Jihad

Nella casa di Pozzo d'Adda del 28enne Bledar Ibrahimi era stato trovato materiale che inneggiava alla Jihad.

Arrestato terrorista latitante che inneggiava alla Jihad
Cronaca Trezzese, 23 Aprile 2019 ore 15:04

Nel 2016 nella sua abitazione di Pozzo d'Adda era stato trovato materiale inneggiante alla jihad. Ora il 28enne  Bledar Ibrahimi,  ricercato per associazione con finalità di terrorismo anche internazionale, è stato arrestato in Albania.

Terrorista arrestato

Bledar Ibrahimi era un ragazzo arrivato dall’Albania e finito quasi per caso a Pozzo d’Adda. Ed è stato proprio nella sua abitazione dalle nostre parti  che era stato trovato il materiale inneggiante all'Isis. Era marzo del 2016 e il giovane albanese, titolare di un permesso di soggiorno per motivi familiari, era stato espulso da Pozzo e dal nostro Paese.  Era stato sedotto dalla propaganda del web tanto da cambiare nome e profilo Facebook, entrando a far parte di un gruppo dai chiari connotati anti-occidentali, creato da un giovane marocchino attestato su posizioni decisamente radicali.

La soddisfazione di Salvini

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini, che ha da sempre nella lotta al terrorismo e all'immigrazione il suo cavallo di battaglia.

"Grazie alla magistratura e ai nostri investigatori, a partire dal Ros, che non hanno mai mollato. Grazie anche alle autorità di Tirana. È l’ennesimo latitante fuggito e catturato all’estero. Nessuna tregua ai criminali e ai fanatici".

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter