Cronaca
Il fatto

Armato di coltello minaccia la moglie e la chiude in casa. Ore di trattative dei Carabinieri poi si arrende

L'episodio è avvenuto sabato in via Genova. L'aguzzino ha simulato di essere stato aggredito facendosi dei tagli sulle braccia. E' stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Armato di coltello minaccia la moglie e la chiude in casa. Ore di trattative dei Carabinieri poi si arrende
Cronaca Martesana, 18 Ottobre 2021 ore 12:24

Armato di coltello si è chiuso in casa tenendo in "ostaggio" la moglie. Dopo lunghe trattative ha aperto le porte ai Carabinieri della Compagnia di Pioltello che lo hanno arrestato denunciandolo per maltrattamenti in famiglia.

Armato di coltello minaccia la moglie

L'episodio si è verificato sabato 16 ottobre 2021 nel  pomeriggio in un'abitazione di via Genova a Pioltello. Protagonista una coppia, entrambi stranieri, che da tempo viveva una situazione di conflittualità.  La donna dopo le liti aveva deciso di abbandonare l'appartamento e di tornare dai genitori, portando con sé i figli della coppia. Sabato però è tornata a casa dall'uomo e dopo poco tempo gli animi si sono scaldati. Tanto che a un certo punto il 34enne ha estratto un coltello a serramanico e si è barricato dentro casa.

Ha minacciato anche il suocero

A rendere ancora più complessa la situazione la presenza del suocero che era intervenuto in ausilio alla figlia. Stando a quanto ricostruito successivamente dai Carabinieri della Compagnia e della Stazione di Pioltello intervenuti in via Genova, il 34enne avrebbe tenuto in ostaggio anche l'uomo, impedendo ai presenti di fuggire.

Sino all'arrivo dei militari che hanno iniziato una lunga trattativa per convincere il marito ad arrendersi e a liberare le due vittime.

Ha simulato un'aggressione

Solo in tarda serata l'egiziano ha acconsentito a far entrare i Carabinieri, che ormai erano pronti a fare irruzione. L'uomo riportava una serie di ferite superficiali a entrambe le braccia e ha denunciato di essere stato aggredito dal suocero e di essersi soltanto difeso. Una versione che non ha convinto i militari. La prova della menzogna è arrivata proprio dalle vittime che utilizzando un cellulare erano riusciti a fare un video mentre l'aguzzino si provocava da solo i tagli sulle braccia.

L'uomo è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e nel suo caso è stato applicato il Codice rosso, iter penale in caso di violenza sulle donne.