Cronaca
Carugate

L'arcivescovo benedice una scultura in ricordo dei morti da Covid

Mario Delpini ha celebrato la messa in oratorio sotto la pioggia battente

L'arcivescovo benedice una scultura in ricordo dei morti da Covid
Cronaca Martesana, 13 Giugno 2020 ore 20:51

L'arcivescovo benedice una scultura in ricordo dei morti da Covid. Mario Delpini ha celebrato la Messa in oratorio sotto la pioggia battente.

L'arcivescovo a Carugate per celebrare la Messa

Il maltempo ha scompaginato i piani. Ma non ha fatto mancare la vicinanza dei fedeli carugatesi, che oggi pomeriggio - sabato 13 giugno 2020 - hanno gremito (rispettando rigorosamente il distanziamento e le norme anti-contagio) alla celebrazione eucaristica in oratorio officiata dall'arcivescovo assieme al parroco Claudio Silva, a don Simone Arosio e a don Stefano Guidi, direttore della Fom, la Fondazione diocesana per gli oratori milanesi. Nel cortile c'è stato giusto il tempo della benedizione dell'installazione che la parrocchia posizionerà all'interno del cimitero, per ricordare i cittadini scomparsi durante l'epidemia da Coronavirus. Poi, con il cielo minaccioso e il vento che iniziava a sollevarsi, la decisione di allestire il palco per la Messa dell'Oratoriade sotto i portici. Presenti anche il sindaco Luca Maggioni, in fascia tricolore, la Giunta e altri esponenti dell'Amministrazione comunale.

L'arcivescovo: "Vi ammiro per quello che fate"

La visita dell'arcivescovo era stata programmata con largo anticipo a inizio anno. Sarebbe stato ospite di Carugate per una speciale missione in occasione della Settimana mariana. Ma l'emergenza sanitaria ha impedito che questo avvenisse. Tuttavia Delpini non ha voluto mancare all'appuntamento di oggi.

"Provo ammirazione per voi e per la vostra capacità di organizzazione e di affrontare anche le situazioni di emergenza con intraprendenza e prudenza - ha dichiarato Delpini, ringraziando i sacerdoti, i volontari e più in generale tutti gli amici della parrocchia - Quest'anno non vivremo il tradizionale oratorio feriale, ma non per questo sarà meno bello e interessante. Certo, sarà diverso da come lo abbiamo sempre vissuto, ma la proposta educativa che porta con sé è la stessa. Nei momenti di emergenza dobbiamo essere ancora più capaci di creare alleanze tra i cittadini. E qui, oggi, c'è l'espressione promettente di come questa alleanza già ci sia. Questo lockdown ci ha costretto a sospendere tante cose, ma al tempo stesso ci ha spinto a domandarci cosa conta di più".

Palloncini in aria per tutto ciò che il lockdown ha portato via

Non a caso è stato compiuto un bel gesto simbolico. I ragazzi dell'oratorio, infatti, hanno liberato in aria - sotto la pioggia - tanti palloncini colorati con attaccati altrettanti bigliettini che riportavano le tante cose, iniziative e incontri che l'emergenza ha stoppato. Tra questi i festeggiamenti del 60esimo anniversario di fondazione del campeggio, ma anche i lavori che si sarebbero dovuti eseguire in oratorio, per riqualificare il cortile. Poi Delpini, in conclusione del pomeriggio, ha accolto l'invito di posare in un vaso dei semi. Sperando che questi possano essere di buon auspicio per il futuro. "Summerlife" inizierà lunedì.

delpini carugate 5
Foto 1 di 9
delpini carugate 1
Foto 2 di 9
delpini carugate 2
Foto 3 di 9
delpini carugate 9
Foto 4 di 9
delpini carugate 3
Foto 5 di 9
delpini carugate 4
Foto 6 di 9
delpini carugate 6
Foto 7 di 9
delpini carugate 7
Foto 8 di 9
delpini carugate 8
Foto 9 di 9

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter