Anis Amri e i complici: arrestati nel Lazio altri cinque terroristi

In manette un connazionale che avrebbe dovuto consegnare documenti falsi per fuggire al killer di Berlino.

Anis Amri e i complici: arrestati nel Lazio altri cinque terroristi
Cronaca Sesto, 29 Marzo 2018 ore 09:58

Il terrorista responsabile della strage di Berlino del 19 dicembre 2016 – ucciso a Sesto San Giovanni dalla Polizia di Stato nella notte tra il 22 e il 23 dicembre – non aveva fiancheggiatori a Milano, né in Lombardia: nelle ultime ore sono, infatti, scattati cinque arresti ra Roma e Latina. Le indagini sono scattate sulla base dei tabulati telefonici di Amri e dei suoi contatti italiani.

Anis Amri aveva dei complici?

Secondo i membri del pool Antiterrorismo, nell’inchiesta aperta all’indomani dell’uccisione di Anis Amri davanti alla stazione ferroviaria di piazza Primo Maggio, al termine di un conflitto a fuoco con due poliziotti del Commissariato, il terrorista non aveva fiancheggiatori diretti, almeno in Lombardia.

Estremisti islamici

Eppure le Digos di Roma e Latina hanno eseguito nelle ultime ore cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti soggetti vicini agli ambienti dell’estremismo islamico. A Latina è stato arrestato un connazionale di Amri al quale avrebbe dovuto consegnare documenti falsi per fuggire all’estero dopo l’attentato in Germania.

I reati contestati

I reati contestati a vario titolo ai cinque sono «addestramento e attività con finalità di terrorismo internazionale» e «associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione di documenti ed al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina».