Anche Cologno partecipa al Risorgimento Digitale di Tim

Un progetto rivolto a coloro che ancora non sanno sfruttare a pieno le potenzialità della rete.

Anche Cologno partecipa al Risorgimento Digitale di Tim
Martesana, 28 Ottobre 2019 ore 13:38

Anche Cologno Monzese è tra i Comuni che ha aderito al progetto "Operazione Risorgimento digitale" promosso da Tim in tutte le 107 Provincie italiane.

Operazione Risorgimento Digitale di Tim

Si tratta di un grande progetto di educazione digitale che mira a raggiungere circa 1 milione di persone. Oggi si è tenuta a Roma la presentazione ufficiale alla presenza dei ministri dell'Innovazione Paola Pisano e degli Affari regionali Francesco Boccia, del commissario straordinario per l'attuazione dell'agenda digitale  Luca Attias e dell'Amministratore delegato di Tim Luigi Gubitosi. "Intendiamo offrire un grande percorso di inclusione digitale che ha l'obiettivo di estendere la diffusione delle competenze e delle conoscenze per usufruire delle numerose possibilità fornite dalla rete", ha spiegato l'Ad.

Lezioni fuori dalle scuole

4 foto Sfoglia la gallery

Il progetto prevede un percorso di formazione guidato dalla Tim Accademy, forte di oltre 400 formatori, che offriranno oltre 20mila ore di lezione entro la fine del 2020. interessati dal progetto saranno associazioni, centri di aggregazione, polisportive e centri anziani con l'obiettivo di  diffondere le competenze digitali necessarie per accedere alle grandi opportunità offerte da Internet.

Anche Cologno tra i Comuni interessati

Presente a Roma una delegazione dei Comuni che hanno aderito al progetto, città con una popolazione compresa tra i 10mila e i 60mila abitanti, all'interno dei quali verranno svolti corsi di formazione della durata di tre settimane, In particolare una "scuola mobile" sosterà nelle principali piazze coinvolte, coinvolgendo cittadini e imprese locali. Nella Capitale, tra i sindaci presenti c'era anche Angelo Rocchi in rappresentanza di Cologno Monzese.

Italia ancora un passo indietro.

L'iniziativa aderisce al Manifesto della Repubblica Digitale promosso dal Commissario straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale, ha il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dell'Anci ed è aperta al contributo di altre aziende, istituzioni e operatori pubblici e privati. Il progetto si inserisce in un contesto che vede l'Italia ancora indietro nelle classifiche europee per l'utilizzo dei servizi digitali: circa 18 milioni di cittadini, il 30% di quelli con più di 6 anni, non hanno usato Internet nell'ultimo anno; una famiglia su quattro non possiede una connessione a Internet (di queste il 58% dichiara che non e' connesso perché non lo sa usare, mentre il 21% non usa Internet perché non lo reputa uno strumento interessante).

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.