Alpini in lutto per la scomparsa della loro madrina

Alpini in lutto per la scomparsa della loro madrina
03 Marzo 2017 ore 19:25

Da quando nel 1932 aveva inaugurato il monumento a Giuseppe Domenico Perrucchetti, è stata la madrina degli Alpini. Che ora piangono la sua scomparsa.

Iride Bestetti, 102 anni a ottobre, era una cassanese doc che ha vissuto in Ruscet finché non è stata ricoverata nella Casa di riposo.

“La nostra madrina si è spenta serenamente, col sorriso”, hanno detto le Penne nere.

La donna è stata molto vicina alla famiglia Perrucchetti: era sempre al fianco di Clotilde Rotta, moglie del generale che, quando Iride aveva 18 anni, la volle madrina nell’inaugurazione del monumento dedicato al «papà» degli Alpini perché figlia di uno di loro caduto in guerra.

Ad aprile in migliaia si sono trovati a Cassano in occasione delle celebrazioni per il centenario della morte del generale. E, in prima fila, c’era anche Iride.

Le Penne nere non l’hanno mai lasciata: a ottobre, quando ha festeggiato i 102 anni alla Rsa Belvedere in via 5 Martiri, c’erano anche loro a farle gli auguri, insieme al capogruppo Roberto Semini.

Il padre Virgilio Bestetti, l’unico cassanese iscritto al corpo, perse la vita in guerra. Il suo nome è iscritto sulla lapide dei caduti posta al cimitero.

“Da allora il nostro legame è diventato forte e siamo andati a trovarla in tutte le occasioni in cui potevamo – ha detto Semini – L’ultima volta l’abbiamo vista sabato al “Carnevale con la terza età”, era serena e sembrava stesse bene. Ci mancherà quel suo bel sorriso che sfoggiava ogni volta che andavamo a trovarla. Quando vedeva il nostro cappello le brillavano gli occhi, secondo me le ricordavamo suo papà”. 


LA NOTIZIA SUL GIORNALE IN EDICOLA E ANCHE NELL’EDIZIONE SFOGLIABILE ONLINE PER SMARTPHONE, TABLET E PC


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia