Menu
Cerca
Sicurezza

Ladri nelle rimesse di un'area residenziale a Trezzo

E' accaduto in via Guido Rossa. I malviventi dapprima alzato diversi spioncini dell'aria per poter vedere la potenziale refurtiva all'interno e poi dopo un po' colpiscono. Nell'ultima occasione è sparita una bicicletta.

Ladri nelle rimesse di un'area residenziale a Trezzo
Cronaca Trezzese, 14 Febbraio 2021 ore 10:05

Ispezioni dei ladri in alcune rimesse dell'area residenziale di via Guido Rossa a Trezzo sull'Adda. Nell'ultimo caso a sparire è stata una mountain bike da corsa.

Ispezioni dei ladri nelle rimesse di via Guido Rossa a Trezzo sull'Adda

La pressi è consolidata. Inizialmente fanno un'ispezione, alzano gli spioncini dell'aria che si trovano sulle saracinesche dei box per poter far passare una luce, illuminare l'interno e segnare quindi i potenziali bottini. Poi, fanno passare qualche tempo e prima di colpire in maniera seriale. E' successo in alcuni box del quartiere residenziale di via Guido Rossa. Nell'ultimo caso si è verificato pure un furto in pieno giorno e a sparire è stata una mountain bike super accessoriata. C'è stato poi anche un colpo da parte dei cosiddetti topi d'auto. Un mezzo, parcheggiato in questo caso in un'area di sosta, è stato poi ritrovato dopo qualche giorno e riconsegnato al proprietario.

Sul posto c'è una videocamera di sorveglianza

All'inizio della strada, che incrocia via Brasca, si trova una videocamera comunale di videosorveglianza. Questa viene utilizzata proprio per monitorare la strada ed eventualmente registrare passaggi di persone o veicoli sospetti. Purtroppo però ne manca una dall'altra parte, ovvero in via Alessandrini, che conduce lungo la Provinciale Sp2. Nella zona, pattugliata sovente anche dai volontari dell'Associazione nazionale Carabinieri di Trezzo sull'Adda, guidati dal loro presidente Pasquale Giuseppe Capretti, in sinergia con la Polizia Locale, si trova anche un Gruppo di controllo di vicinato. Gli aderenti al Cdv, senza cambiare nulla della proprie abitudini e stando in casa propria, osservano con attenzione la propria zona individuando eventuali elementi o persone sospette per poi segnalarne a un referente di zona che si interfaccia che ha il compito di interfacciarsi con le Forze dell'ordine. «I Residenti sono i migliori occhi per accorgersi di ogni anomalia o novità che intercorre nella propria via e condividendo le informazioni con gli elementi della Forza pubblica tramite il progetto del Controllo di vicinato - ha dichiarato il primo cittadino Silvana Centurelli -  Così contribuiscono concretamente a migliorare la sicurezza di tutti».

Il servizio completo sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione sfogliabile Web per pc, smartphone e tablet da sabato 13 febbraio 2021.