Cronaca

A Trezzo il sabato sera la Locale lo passa in strada

A Trezzo il sabato sera la Locale lo passa in strada
Cronaca Martesana, 29 Giugno 2017 ore 08:57

Prosegue il progetto notturno di Sicurezza urbana denominato “Saturday night Trezzo” volto alla prevenzione e controllo della Sicurezza stradale a Trezzo sull’Adda e in particolare per prevenire le stragi del sabato sera.

L’iniziativa a cui ne seguiranno altre, rientra nel Piano nazionale sicurezza stradale (PNSS) per cui la Polizia Locale aveva vinto nel 2015 con il progetto INPUT il bando di assegnazione di fondi volti alla riduzione dell’incidentalità stradale.

La notte tra sabato 24 e domenica 25 giugno, dalle 22 alle 6, tre pattuglie automontate di agenti della Polizia Locale, coordinate sul posto dall’Assistente Scelto Camagni Paolo, hanno effettuato un controllo a tappeto dei veicoli in entrata alla città dal Ponte sull’Adda per intercettare coloro che si erano posti alla “guida in stato di ebbrezza o avendo assunto sostanze stupefacenti”.

Oltre 90 i veicoli controllati, grazie alla strumentazione in dotazione al Comando anch’essa acquistata con i fondi dei bandi regionali di finanziamento vinti in questi anni tra cui l'unità mobile attrezzata ad ufficio, etilometro, telecamere allertanti di lettura targhe. I controlli più significativi sono avvenuti dalle 2 alle 6 con ben 5 i conducenti risultati positivi all’alcol test (tasso alcolemico oltre gli 0,5 g/L consentiti, mentre 0,0 g/L per i neopatentati), svolto con etilometro omologato.

Di quanti trovati alla guida in stato di ebbrezza alcolica, 2 conducenti sono rientrati nella fascia di minore gravità, punita con la sola sanzione amministrativa di 532 euro, mentre altri tre sono risultati avere un tasso di alcol nel sangue così elevato da sconfinare nel campo penale con la denuncia all’autorità Giudiziaria.

Per uno di questi in particolare, un trezzese, lo strumento ha rilevato la presenza di alcol pari a 1,70 g/L nel sangue, quindi tre volte oltre il consentito; lo stesso soggetto, è altresì risultato positivo all’uso di cocaina ed è quindi stato accompagnato in ospedale per effettuare le analisi delle urine al fine di stabilire con esattezza la positività alle sostanze stupefacenti; la patente, ritirata immediatamente, sarà sospesa per almeno un anno con decurtazione di 15 punti. Anche in tutti gli altri casi penali è scattato il ritiro immediato della patente di guida, con la sanzione accessoria della sospensione da un minimo di 6 mesi fino ad un massimo di 2 anni e la decurtazione di 10 punti.

Non potendo proseguire nella marcia ed “essendo sotto l’effetto di sostanze alcoliche”, i conducenti hanno dovuto obbligatoriamente farsi assistere nel pieno della notte da amici, parenti o dagli stessi genitori, svegliati in questo caso da un trentanovenne alle tre del mattino, per farsi accompagnare a casa.


Seguici sui nostri canali