Ordinanza del sindaco

A Sesto riaprono cinque parchi. Ma occhio alle regole

Sono uno in ogni quartiere. Ecco quali. I restanti rimarranno chiusi al pubblico

A Sesto riaprono cinque parchi. Ma occhio alle regole
Cronaca Martesana, 30 Aprile 2020 ore 17:14

A Sesto San Giovanni riaprono cinque parchi. Ma occhio alle regole. Sono uno in ogni quartiere. Ecco quali. I restanti rimarranno chiusi al pubblico.

A Sesto riaprono cinque giardini da lunedì 4 maggio

Il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano ha firmato un’ordinanza che prevede la riapertura di cinque parchi cittadini da lunedì 4 maggio 2020, giorno di inizio della Fase 2 per l’emergenza Coronavirus: Giardino Rovani-Bandiera, 9 Novembre 1989 (viale Gramsci), Aleramo Comi (via XXIV Maggio/viale Italia), Microgiardino Vobarno (via Vobarno/via Lambro) e Giardino Marx-Lombardia. Tutti gli altri parchi e giardini della città, recintati e non, resteranno chiusi e interdetti così come resteranno inaccessibili tutte le aree giochi (anche quelle all’interno dei parchi che riapriranno) in base al Decreto del governo del 26 aprile.

“Dopo i mercati si torna pian piano alla normalità”

“Dopo un’attenta valutazione su tutte le aree verdi di Sesto abbiamo deciso di riaprire 5 parchi della città, tenendo presente sia le esigenze dei cittadini che le norme di sicurezza assolutamente da non tralasciare – ha commentato Di Stefano – Dopo i mercati (già ripartiti in settimana, ndr) anche questo è un segnale di ripartenza importante per tornare pian piano alla normalità, con grande responsabilità e nel pieno rispetto di tutte le precauzioni necessarie”.

Le regole da rispettare per entrare nei parchi

Ecco le regole da seguire per accedere ai parchi riaperti dall’Amministrazione comunale: è vietato l’accesso a chi ha la febbre (temperatura sopra i 37,5°) o manifesta sintomi tipici del Coronavirus (tosse, raffreddore, mal di gola, difficoltà respiratorie), per almeno 15 giorni e comunque fino a completa guarigione; è vietato l’accesso a chi è stato in contatto con persone risultate positive al Coronavirus negli ultimi 15 giorni; è vietato entrare senza guanti e mascherina (o qualsiasi altro indumento per coprire naso e bocca); è obbligatorio mantenere almeno un metro di distanza dalle altre persone, sia dentro al parco sia nell’attesa di entrare senza creare assembramenti; è obbligatorio buttare mascherina e guanti nel cestino più vicino in modo da evitare rischi di contagio; è obbligatorio limitare i contatti per evitare assembramenti pericolosi; è raccomandato l’uso di una soluzione disinfettante per lavarsi le mani.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità