Cronaca
Cronaca

A Pozzuolo spunta un'altra discarica abusiva: stavolta però arrivano le multe

Sono infatti finalmente in funzione le nuove fototrappole della Polizia Locale.

A Pozzuolo spunta un'altra discarica abusiva: stavolta però arrivano le multe
Cronaca Melzese, 06 Aprile 2021 ore 09:34

Un'altra discarica abusiva è sorta a Pozzuolo Martesana. Da qualche settimana però sono in funzione le fototrappole della Polizia Locale e stanno iniziando ad arrivare le prime multe.

Pozzuolo fa i conti con una nuova discarica abusiva

Il tema è di quelli seri, a cui si fatica però a trovare soluzione. Pozzuolo, per la natura del suo territorio in gran parte agricolo e a bassa densità abitativa, è da tempo nel mirino degli zozzoni. A cadenza regolar e ogni volta in luoghi diversi sbucano nuove discariche abusive. La più recente a febbraio, in quella che viene chiamata la "piccola oasi", un'area tra la Teem e la Dhl. Era diventata il ricettacolo di rifiuti di ogni genere: dopo le segnalazioni al Comune è stata ripulita e protetta con delle barriere per evitare l'accesso di mezzo.

Il problema si è spostato altrove

Nemmeno il tempo di rifiatare che gli zozzoni sono tornati all'arrembaggio, pochi metri più in là. Questa volta a essere invaso dai rifiuti è stata una stradina secondaria che costeggia la Sp103. Dovrebbe essere accessibile soltanto ai proprietari dei fondi agricoli che si trovano al suo lato, ma non ha nessuna sbarra all'ingresso. Così ai lati della carreggiata si trova la qualunque: elettrodomestici, sedie, pezzi di legno, scarti di cantiere e chi più ne ha più ne metta. E i rifiuti continuano ad aumentare.

Sotto l'occhio delle telecamere

Da tempo Amministrazione e associazioni sono in prima linea per cercare di arginare il problema. Per quanto riguarda l'area lungo la Vecchia Cassanese si sta pensando all'installazione di sbarre di protezione. Nel frattempo però la Polizia Locale nelle ultime settimane ha iniziato a utilizzare le due fototrappole in sua dotazione e, come confermato dallo stesso Comandante Salvatore Guzzardo, sono già diversi gli zozzoni catturati dall'occhio elettronico. Le telecamere vengono posizionate ogni volta in luoghi diversi del territorio, con particolare attenzione a quelli tradizionalmente al centro dell'abbandono di rifiuti.

5 foto Sfoglia la gallery

Il servizio completo sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 3 aprile 2021.